A Rocchetta Ligure, “Dalle belle città date al nemico” un viaggio attraverso il partigianato alessandrino

Presentazione del libro, venerdì 21 agosto a Palazzo Spinola

0
439
Palazzo Spinola, sede del Municipio

Palazzo Spinola di Rocchetta Ligure, ospita la presentazione del libro “Dalle belle città date al nemico – il partigianato in provincia di Alessandria”. L’autore Cesare Panizza dell’Università del Piemonte Orientale discute con Mariano G.Santaniello, presidente dell’Isral.

L’evento dal titolo “In collina dalle storie alla storia” si terrà venerdì 21 agosto alle 18, nella Sala Incontri del secentesco palazzo nobiliare, sede del Museo della Resistenza e vita sociale in Val Borbera G.B.Lazagna, situato al 26 di via Umberto I.

Cesare Panizza, nel suo libro il cui titolo è tratto dall’incipit di una delle più note canzoni partigiane,  Dalle belle città (più nota  come Siamo i ribelli della montagna), restituisce un’immagine di ciò che accadde nella provincia alessandrina: sono i piccoli centri anziché le città più grandi ad avere una partecipazione maggiore al movimento resistenziale, probabilmente per il controllo più stringente esercitato su queste ultime dalle autorità nazifasciste; un altro dato che si discosta dalla vulgata resistenziale ci mostra come la metà dei partigiani non avesse immediati obblighi di leva, non fosse  cioè renitente ai bandi Graziani che avevano spinto molti giovani nati tra il 1924 e il 1926 a raggiungere le formazioni partigiane.  Inoltre, pur radicandosi nelle zone rurali, il movimento partigiano nella provincia fotografa una società in transizione, dai campi alle officine.

Il libro,  che ha avuto un contributo del Mibac, inaugura la nuova collana dell’Isral Attraversare il tempo con le Edizioni Falsopiano – 208 pagine – 19 euro.

L’evento organizzato in collaborazione con l’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria, Carlo Gilardenghi; Comune di Rocchetta Ligure e dall’Anpi,  si terrà nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza.