A tu per tu con i campioni, aspettando il Giro Rosa

0
714
Fabrizio Tacchino e i premiati, Antonio Puppio è il primo da sinistra

Il Giro d’Italia femminile farà tappa a Ovada il 7 luglio 2018, nel secondo giorno di gara. Al Giro Rosa parteciperanno le migliori atlete di 15 squadre e 5 squadre nazionali, che saranno accolte dalla Società Servizi Sportivi di Ovada e da un’intera città contenta di poter misurare ospitalità e organizzazione alle prese con l’ evento internazionale. E’ l’unico tracciato a fregiarsi del titolo di Gara Ciclistica Internazionale a Tappe di categoria Women’s World Tour. La tappa nasce da contatti delle squadre locali e dell’amministrazione comunale con un team nazionale. Il passaggio della carovana valorizzerà la tradizione sportiva non solo a Ovada ma in tutto il Basso Piemonte, che attende di conoscere nel dettaglio il percorso sulle colline del vino. Toccherà anche Acqui e Novi Ligure. Si presenta un’occasione di massima visibilità, concomitante al Tour de France.

Gli allievi del Cycling team Ovada al 5° Galà del ciclismo.JPG

Aspettando il Giro Rosa sabato 9 dicembre nella loggia di San Sebastiano si è svolto il 5° Galà del ciclismo, organizzato dal preparatore atletico Fabrizio Tacchino di Castelletto d’Orba. Antonio Puppio, medaglia d’argento juniores a cronometro nei Campionati del mondo a Bergen ha ricevuto la Coppa memorial Giulio Tacchino. La passerella dei campioni premiati è continuata con Luca Raggio, neo professionista del team Selle Italia. Riconoscimenti a Davide Ferrari, il campione europeo su strada, alla recordwoman della 24 ore su pista Elena Novikova, l’azzurra Giorgia Stegagnolo agli europei di mountain bike e Riccardo Moro, azzurro mtb e velocista. In corsa Davide Gobbo, Matteo Bertrand, Federico Camurati. La Coppa di legno, ideata in memoria di Giulio Tacchino, papà Fabrizio, preparatore atletico e organizzatore dell’evento.

La coppa stilizzata rappresenta i valori del ciclismo nello sport moderno, legando la tradizione di Castelletto d’Orba, traguardo della prima vittoria di Fausto Coppi e il territorio Ovadese ai campioni del nostro tempo. La passerella dei campioni e delle squadre giovanili locali si è snodata intorno al confronto sul ciclismo, che ogni anno in vista di Natale mette sulla bilancia successi e propositi per il nuovo anno. In vista del Giro Rosa il dibattito ha trattato con più consapevolezza il ciclismo come opportunità di crescita del territorio, anche sotto il profilo turistico.