A Vignole: “Il nostro albero della Memoria…per non dimenticare mai!”

0
2053
Letture sotto l'albero della Memoria (Foto Massimo Sorlino)

Ieri mattina, sabato 29 ottobre i bambini della scuola Primaria di Vignole Borbera insieme alle loro insegnanti e ad amici e parenti, si sono riuniti sotto un unico cielo: quello del ricordo delle vittime della Shoah.

Tutti i partecipanti, dai più giovani ai più anziani, dopo un percorso a piedi per le strade del paese,  monitorato constantemente dai “nonni vigili”, si sono uniti in un solo abbraccio intorno all’albero, simbolo non solo della famiglia, ma della vita e dell’intera umanità; quella su cui tutti dovremmo riflettere.

“I più giovani – spiegano le insegnati – devono poter rielaborare quanto è successo dopo l’emanazione delle leggi razziali e capire che non riguarda solo gli ebrei , ma tutti noi…l’umanità intera”.

E così, dopo aver osservato un minuto di silenzio, i bambini hanno cantato in coro “ Gam Gam “ di Ennio Morricone che ancor di più, senza musica, è arrivata al cuore di tutti i presenti. “Fino ad oggi quell’albero in mezzo al campo era un albero come tanti; – dicono i ragazzi –  adesso è diventato il  nostro albero della Memoria …per non dimenticare  mai!”

L’iniziativa, organizzata nell’ambito del concorso promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal titolo:   “I giovani ricordano la Shoah”,  è stata ripresa da un drone, il filmato, insieme ad altre attività che saranno svolte dai ragazzi a scuola, saranno  valutati da una Commissione Regionale che avrà il compito di scegliere solo due progetti da inviare al Ministero.

Alla passeggiata ha partecipato il professor Borghini, presidente di Unidue. Da quest’anno la scuola primaria di Vignole, in collaborazione con questa importante associazione culturale, elaborerà alcuni progetti tra i quali proseguirà il fortunato appuntamento “Nati per leggere”, coordinato da alcuni anni dalla docente Barbara Raineri,  progetto che coinvolge tutte le scuole del territorio.

Borghini, nel suo discorso ha detto: “L’albero simbolo universale della vita, è anche con il troco, dal quale si dipanano i vari rami, simbolo dell’unità nella diversità della comune origine e della pari dignità di tutti gli uomini”.

(foto Massimo Sorlino)