Acos: premiata a Roma l’azienda novese

0
1092
Acos sede di bettole acquedotto

Il Gruppo ACOS si piazza tra i migliori progetti dei Servizi Pubblici Locali in Italia, presentati, a Roma, lo scorso 20 giugno, presso la sala del Tempio di Adriano alla presenza del Ministro all’Ambiente Gian Luca Galletti e al presidente di Utilitalia (Federazione delle imprese ambientali, energetiche, idriche), Giovanni Valotti.

Dei 274 progetti operativi raccontati da 134 aziende quattro sono del Gruppo ACOS, di questi, due sono stati selezionati tra i primi 80 per innovazione tecnologica, si tratta del progetto di Acos S.p.A. e di quello di Gestione Acqua S.p.A.

Acos S.p.A. ha presentato un progetto che prevede diversi interventi in attuazione del PAES (Piano di azione per l’energia sostenibile) del Comune di Novi Ligure su differenti aree tematiche: 2 reti di teleriscaldamento di prossimità sfruttando cogenerazione ed energie rinnovabili per riscaldare edifici pubblici e privati, interventi di efficientamento energetico su edifici pubblici (sostituzione infissi, coibentazione dei sottotetti e caldaie a condensazione), illuminazione a led con la posa di 1.000 lampade in edifici scolastici e allestimento di un parco tematico sull’energia sostenibile per la diffusione sul territorio del concetto di risparmio energetico sottoforma di una proposta di svago associata all’apprendimento. Il costo complessivo è di 4.170.000 €.

Gestione Acqua S.p.A. ha proposto un progetto di inserimento di turbine idroelettriche presso impianti di potabilizzazione, sfruttando il salto con le opere di presa. Gli interventi hanno riguardato gli impianti posti in Val Bobera e Val Curone, a quota attorno ai 1.000 m sopra il livello del mare, mediante l’inserimento di due turbine di tipo pelton sulle condotte in ingresso. L’obiettivo del progetto è sfruttare l’energia potenziale insita nel dislivello tra opera di presa e impianto di potabilizzazione, mediante installazione di turbine idroelettriche, ottenendo sia benefici energetico-economici che di natura gestionale. Le due applicazioni hanno avuto un costo complessivo di 370.000 €.

I due progetti di Acos S.p.A. e Gestione Acqua S.p.A.  fanno parte delle esperienze racchiuse in “Utili all’Italia”, la banca dati che contiene i risultati del primo censimento delle migliori pratiche nei Servizi Pubblici realizzato da Utilitalia, federazione che riunisce 500 imprese italiane di servizi idrici, energetici e ambientali. “Utili all’Italia” non è solo una classifica, ma un database gratuito con una mappa dei migliori progetti realizzati negli ultimi tre anni dalle aziende più vicine ai cittadini.  Questo database è destinato a diventare un punto di riferimento per le amministrazioni locali, per la politica e per gli esperti di acqua, energia e rifiuti chiamati a fare scelte e progetti di sviluppo del territorio.