La copertina del libro

Raccontare la storia di un piccolo paese e della sua gente. Con “Vocemola. La gente. La storia”, il libro che sarà presentato sabato prossimo, gli autori, Ennio Di Biase, Sergio Pedemonte e Tullio Semino, hanno voluto rendere note le  vicende di questo borgo posto sulla sponda destra del torrente Scrivia a guardia di un’importante via di transito nei secoli scorsi. La convinzione degli autori, è che: “la Storia Locale non sia solo passato remoto, avvenimenti e date”; infatti i tre ricercatori hanno posto in rilievo curiosi aspetti onomastici proponendo l’origine dei Semino, Lazzari e Lugano al Canton Ticino, oppure intervistando l’ultima generazione di vocemolesi nati in una cultura contadina che la nascente industria ha poi trasformato. Importante è stato anche l’aver dato un nome scientifico e una genesi all’enorme masso posto alle spalle di Vocemola o la segnalazione di tegoloni romani.

Il libro è arricchito da un’esauriente bibliografia e da un indice di circa 650 nomi e 490 toponimi locali.

La  presentazione del volume  è affidata al professor Natale Spineto, dell’Università di Torino. Oltre agli autori, saranno presenti il sindaco di Arquata Scrivia Alberto Basso e l’assessore Nicoletta Cucinella.

L’appuntamento è  per il 24 giugno  alle ore 16, nella Sala del Consiglio Comunale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteA San Fermo fra le orchidee del nostro Appennino
Articolo successivoCaldo, poca acqua e scarichi fognari: ecco perché i fiumi sono pericolosi