Terzo appuntamento ad Arquata Scrivia per il ciclo “Archeologia e paesaggio in valle Scrivia”, rassegna che racconta dei ritrovamenti di resti romani durante i lavori del Terzo Valico in località Radimero. L’evento, promosso dal Comune e dall’Unitre Arquata – Grondona permetterà agli interessati di poter seguire gli interventi dell’esperto Alessandro Quercia.

La zona in questione era, in particolare posta di poco fuori il centro città, dove sono stati rinvenuti alcuni resti dell’acquedotto di Libarna, ma anche tracce di vegetali carbonizzati, vinaccioli e tracce di olmo che, secondo gli archeologi sono la testimonianza di come già all’epoca vi fosse la coltivazione della vite “maritata”, ovvero usando alberi come tutori, per aiutarne lo sviluppo.

Nel prossimo appuntamento si farà un salto in avanti nei secoli, visto che l’archeologo Alberto Crosetto interverrà sulla via Postumia in epoca medievale e su alcuni rinvenimenti che ci consentono di parlare della zona in questione come centro di ferventi rapporti commerciali fra le popolazioni che vi abitavano.