Addio a Sergio Valditerra decano degli imprenditori novesi

0
568

Saranno celebrati domani, martedì 14 novembre, i funerali di Sergio Valditerra, il grande imprenditore novese, morto a 89 anni, il cui nome resterà indissolubilmente legato allo sviluppo della rete ferroviaria.

Le esequie si svolgeranno alle 14,30 nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio, nel viale della Rimembranza a Novi, mentre stasera alle 20, nella medesima chiesa sarà officiato il rosario. Sergio Valditerra è stato per moltissimi anni alla guida di un’impresa fondata dal padre Angelo nel ’36. In seguito, le capacità imprenditoriali di Sergio Valditerra, trasformarono quella piccola impresa in un impero nel settore della manutenzione ferroviaria. 

Probabilmente la sua più grande invenzione, nel 1972, fu  il modello “Matisa P811”, un macchinario in grado di sostituire con nuovi i vecchi binari ferroviari. Fu una rivoluzione nel settore che ha permesso all’impresa Valditerra di toccare grandi successi, esportando la macchina in tutto il mondo.

Per espresso desiderio della famiglia, eventuali donazioni potranno essere devolute all’Anffas e alla Croce Rossa, vale a dire le associazioni di volontariato a cui Valditerra era molto legato. La sua figura è stata ricordata anche sul libro “Da Novi Ligure al resto del mondo – L’innovazione del sistema Valditerra”, scritto nel 2015 da Lorenzo Robbiano. Cavaliere del Lavoro, membro del Rotary cittadino e aviere durante il servizio militare,  Valditerra ha sempre manifestato un carattere fuori dai riflettori della ribalta ma sempre molto pratico.  Sergio Valditerra lascia la moglie Carla e i figli Laura ed Enrico.