Ai Campionissimi in dono la maglia del ciclista ucraino Dmitry Grabowski nel giorno della Classicissima di Primavera.

Il 19 marzo tre eventi al Museo prima della Milano - Sanremo

0
552

E’ in programma per sabato 19 marzo il passaggio  a Novi Ligure della Milano Sanremo che transiterà in città tra le 12 e le 12,30 circa. La Classicissima di Primavera rappresenta il primo grande appuntamento ciclistico del calendario professionistico mondiale. La corsa transiterà davanti al Museo dei Campionissimi, che sarà aperto al pubblico e accoglierà i visitatori con tre importanti eventi a che inizieranno alle 11 del mattino

Girardengo
Costante Girardengo

Si inizia con Costanza Girardengo, nipote del Campionissimo Costante, che tornerà in visita al museo per riportare la maglia con la quale il nonno vinse i campionati italiani del 1921 e che era stata indossata da Michela Moretti Girardengo in visita al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella prima della pandemia.

A seguire verrà raccontata la storia della società ciclistica Pietro Fossati di Novi Ligure attraverso immagini, foto d’epoca e testi.

Infine verrà effettuata una donazione particolarmente significativa per il momento che stiamo vivendo. Si tratta di una delle maglie di gara del ciclista ucraino Dmitry Grabowski, ricevuta nel 2020 dal team Overall e la cui esposizione presso il Museo dei Campionissimi è stata rimandata a causa della pandemia.

Grabovskyy

Grabowski, vero e proprio mito per il popolo ucraino, vinse il titolo mondiale su strada under 23 a Madrid nel 2005 ed è scomparso prematuramente nel 2017 all’età di 31 anni. L’atleta aveva corso per squadre italiane sia a livello dilettantistico che professionistico e il team Overall, che ha sempre mantenuto ottimi rapporti con la federazione ciclistica ucraina, aveva avuto modo in più occasioni di conoscere in gara le sue qualità.

Proprio in questi giorni uno degli allenatori ucraini di Grabowski si è messo in contatto da Leopoli per verificare la possibilità di effettuare la consegna della maglia al Museo dei Campionissimi come gesto simbolico di sostegno per la martoriata Ucraina.