Stupore a Tortona per l’arresto del presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Tortona, Dante Davio, commercialista, successore di Carlo Boggio Sola, quest’ultimo per molti anni alla guida dell’ente che finanzia molte iniziative di vario genere sul territorio tortonese. Il commercialista è ai domiciliari. Nei guai anche un altro personaggio per diverso tempo ha avuto un ruolo importante nella vita politica e imprenditoriale locale, Fabrizio Longa, ex presidente del Parco Scientifico Tecnologico di Tortona, anch’egli ai domiciliari.

Dante Davio

Entrambi, secondo quanto riportano alcuni dei maggiori quotidiani on line nazionali, sono coinvolti nell’inchiesta della Procura di Milano sul fallimento della Italtrading, società di trading e vendita gas del gruppo Geifin. Un crac da 200 milioni di euro che sarebbe stato causato soprattutto dall’ex presidente del cda Giordano Fabiani, che “avrebbe effettuato spese per viaggi, gioielli e profumi per milioni di euro con la carta di credito della società”. In totale, dalle casse della Geifin sarebbe stati distratti, secondo l’accusa, 4,9 milioni di euro. In tutto, nei guai sette persone: Longa poiché ex presidente di Libera energia spa, società coinvolta nel crac, Davio nella sua veste di ex componente del collegio sindacale di Italtrading e Geifin, anch’esse interessate dall’indagine.