Al Teatro Civico di Gavi arriva “Cyrano”.

Venerdì 15 ottobre in scena la Compagnia “Mulino ad Arte”

0
69

La compagnia “Mulino ad Arte” porta in scena, venerdì 15 ottobre alle 21, al Teatro Civico di Gavi ,“Cyrano”, un testo liberamente tratto da “Cyrano de Bergerac” l’opera di Edmond Rostand.

Sul palco Pierpaolo Congiu, Lia Tomatis e Daniele Ronco in una fedele riduzione in versi della famosa pièce che mette al centro il dramma della disparità tra l’essere e l’apparire e il rapporto con la parola poetica. Cyrano ama, non ricambiato, la bella cugina Rossana, a sua volta innamorata del giovane e bel Cristiano il quale non sa “parlare d’amore”. Cyrano presta al giovane la sua penna e la sua capacità oratoria ed i tre protagonisti finiranno per essere legati dal segreto delle celate identità fino al dramma finale.

Mulino ad Arte è una compagnia teatrale fondata nel 2012 da Daniele Ronco, Jacopo Trebbi e Costanza Frola. La loro ricerca si è focalizzata su una produzione “green” per riflettere attraverso il teatro sulle grandi sfide legate all’ambiente. Dal 2020 la compagnia dirige il teatro “Il Mulino” di Piossasco dove ha spostato la sua sede operativa e ha attuato il progetto “The Green theater-da vecchio mulino ad eco teatro” vincitore del bando Luoghi della Cultura della Fondazione Compagnia di San Paolo. Il progetto si pone come obiettivo quello di trasformare la struttura nel primo teatro eco-sostenibile in Italia. Tra i loro spettacoli “Mi abbatto e sono felice” un monologo ad impatto zero dove l’attore in sella ad una bici produce energia per auto illuminarsi, “Chaos-Humanoid B12” uno spettacolo legato alla sopravvivenza della specie. Successivamente è stato ideato il progetto “Teatro a pedali” un format che permette di alimentare un evento grazie alle pedalate del pubblico. Nel 2020 è stato l’anno de “Il grande giorno”, in scena una reclusione forzata accompagnata dalla domanda : che cosa accadrebbe se improvvisamente fossimo costretti a rallentare?.

Nell’arco dello stesso anno è stato presentato anche un primo studio di “Un pianeta ci vuole” che affronta i temi cardine per un futuro sostenibile: alimentazione, trasporto e sovraffollamento.

La rappresentazione si svolgerà seguendo tutte le norme Anti-Covid19 previste dalla legge, è necessario il Green Pass per accedere allo spettacolo. A causa dei posti limitati è consigliata la prenotazione via mail all’indirizzo [email protected] o al numero di telefono 345-0604219

Lo spettacolo fa parte del progetto “Ri-generazioni Artistiche” organizzato dall’associazione culturale Commedia Community e dal collettivo Officine Gorilla e selezionato dal bando “Corto Circuito 2020” di Piemonte dal Vivo.