Appaltati i lavori per mettere in sicurezza la chiesa di Carbonara Scrivia

Si chiede anche ai parrocchiani di contribuire a sostenere le spese

0
47

Un appello ai parrocchiani perchè contribuiscano a sostenere le spese di riparazione delle crepe presenti da anni sulla volta e sulle pareti dell’abside della chiesa di San Martino vescovo, a Carbonara Scrivia, che negli ultimi mesi si sono aggravate anche a causa della siccità. Per questo motivo è stato necessario transennare tutta la parte dell’altare principale e del coro, spostando i banchi davanti all’altare laterale.

I lavori di messa in sicurezza e il successivo consolidamento sono molto costosi e la parrocchia non ha la forza economica per sostenerli da sola, per cui farà richiesta di contributi alla Diocesi, alle Fondazioni bancarie e al Comune, ma conta molto anche sull’aiuto di tutti i parrocchiani che, come hanno sempre fatto in passato, parteciperanno con iniziative e contributi.

La parrocchia, con l’assistenza dell’Ufficio beni culturali della Diocesi, ha dato incarico all’ingegner Luca Beraghi di redigere il progetto per la messa in sicurezza della struttura, che è stato autorizzato dalla Soprintendenza, mentre l’appalto dei lavori è stato affidato alla ditta Gruppo La Rocca di Alessandria.parrocchia di san martino - abside foto 5

Al tempo stesso è stata presentata al Comune di Carbonara la comunicazione di inizio lavori, che prevedono puntellature esterne e interne per sostenere sia la muratura perimetrale sia l’arco absidale.

Una volta concluso questo intervento, si potranno verificare le condizioni di tenuta del terreno con analisi e saggi geologici e progettare correttamente gli interventi successivi di consolidamento statico.
Durante i lavori la chiesa dovrà essere chiusa e quindi le messe saranno celebrate nel vicino oratorio di San Rocco. I lavori inizieranno la prossima settimana e dovrebbero terminare tra metà e fine marzo.