Apre a Vignole Borber’eat: la vetrina delle Terre del Giarolo

I prodotti tipici delle Valli, tutti insieme in un accogliente bistrot

0
4835

Borber’eat , cibo della Val Borbera, è il nome del nuovo “bistrot” inaugurato ieri, domenica 17 dicembre a Vignole Borbera. Qui si possono gustare, ma anche acquistare i prodotti della gastronomia locale . Piatti “veloci” ma, di ottima qualità, serviti  in un’atmosfera calda ed accogliente, preparati da Agata e Alessandra,  le chef di Vallenostra, l’agriturismo di Mongiardino, dove nasce il Montebore.

Entrando nel locale  situato lungo la strada provinciale 140, a pochi metri dal parco acquatico Bolle Blu, ci si trova di fronte alla grande  cucina a vista fornita di forno a legna; la cucina è alloggiata in un grande open space arredato con mobili ricercati , che variano dallo stile liberty  all’ “arte povera”; tavoli in legno, comode  sedie impagliate, espositori dove scegliere le eccellenze gastronomiche locali. Un luogo ideale per una pausa gourmet.

Il menù propone ricette della tradizione: ravioli, malfatti, torte salate e dolci, specialità stagionali  ma, per chi vuole optare per uno spuntino,  può scegliere il prelibato “Pu-toast”, focaccia al formaggio, pizze al taglio, o un delizioso assiette di formaggi che prevede oltre al famoso Montebore,  il Ruè, la Mongiardina DeCo,  tutti formaggi realizzati con tecniche di lavorazione e produzione tradizionali.

La presenza di così tanti amministratori – ha detto il sindaco GiuseppeTeti, dopo il taglio del nastro – è  il riconoscimento del lavoro che hanno svolto in questi anni Agata e Roberto: I miei colleghi mi hanno detto che ho portato via un “campione”, ma se è vero, come è vero che Vignole è la “porta della Val Borbera”, questo significa che Borber’Eat è nel posto giusto. La degna vetrina della nostra bellissima Valle”.

Vignole – ha chiosato il vignaiolo Walter Massaè la porta delle Terre del Giarolo, non solo della Val Borbera. Val Curone e Borbera hanno un legame imprescindibile, e probabilmente tutti abbiamo capito che da soli si è nulla”.  

Il patron Roberto Grattone, visibilmente commosso  ha detto: “Prima di ogni altra cosa, voglio ringraziare i ‘miei vecchi’ che ci supportano e sopportano, e continuano a resistere tra gli ultimi abitanti delle piccole frazioni della Val Borbera; poi un grande grazie va alla famiglia Grasso, per averci dato la possibilità di aprire in questi locali. Un  ringraziamento va, poi, a tutta la squadra che lavora e lavorerà con noi, alle new entry, tra cui Alessio, che vedrete dietro al banco, come vostro riferimento, tutti i giorni.
Vogliamo presentare qui  i nostri prodotti, principalmente il Montebore che sta viaggiando molto anche all’estero, e stimolare i giovani a produrre i prodotti del territorio. C’è bisogno delle fagiolane della Val Borbera,  delle  mele Carle, dei nostri vini, Timorasso in primis, dei fantastici salumi Nobili del Giarolo insomma  di tutti i prodotti delle nostre valli: Val Borbera, Curone, Grue, Ossona, Spinti, territori così simili tra loro, soprattutto nelle terre alte, da formare un unico, grande meraviglioso territorio”.

“Borber’Eat  – spiega Agata – è aperto dalle 7 del mattino,  per le prime colazioni e l’orario sarà continuato fino alle 21.30 circa di sera. dall 18.30 fino alla chiusura, serviremo gli aperitivi, ma anche apericena. Ovviamente essendo un’iniziativa assolutamente nuova sul territorio, gli orari potranno essere perfezionati secondo le esigenze della nostra clientela”.

Ecco le foto dell’inaugurazione: