Arrestati i predatori dell’agriturismo di Prega

Il proprietario li ha trovati mentre smontavano altri infissi come avveniva da tempo

0
2150
Costantino Staltari davanti al suo agriturismo a Grondona
Costantino Staltari davanti al suo agriturismo a Grondona

È finito l’incubo per Costantino Staltari, imprenditore edile residente a San Martino di Roccaforte Ligure, proprietario di un edificio a Grondona, in località Prega, dove voleva aprire un agriturismo.

L’attività non è mai partita poiché i ladri da tempo avevano preso di mira l’immobile, portandosi via man mano dalla pavimentazione esterna alle finestre, fino alle porte e ai sanitari. Il titolare aveva denunciato pubblicamente la situazione che, sostiene, lo ha portato alla rovina e si era rivolto più volte sia ai carabinieri che al prefetto, per essere tutelato.

Sabato, finalmente, i malviventi sono stati acciuffati. Sono tre albanesi, abitanti ad Alessandria: Muco Mondi di 40 anni, Likrama Sokol di 32 anni e Losi Fatjon di 28 anni. In serata c’è chi ha notato un’auto bianca parcheggiata nel cortile dell’edificio e ha avvertito Staltari, il quale è arrivato sul posto bloccando l’ingresso con la sua macchina. Ha immediatamente avvertito i carabinieri di Arquata e, nel frattempo, ha bloccato i tre all’interno del caseggiato, intimandogli di non peggiorare la situazione per evitare conseguenze ulteriori. Uno dei tre ha tentato la fuga ma è stato subito riportato dov’era dal proprietario. I ladri stavano smontando altri infissi per portarseli via ancora una volta. Nella loro auto rinvenuti vari oggeti da scasso.

I carabinieri li hanno arrestati con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso e li hanno rinchiusi delle camere di sicurezza del comando di Novi Ligure in attesa del processo per direttissima

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe passioni di “Puny” Murante la “dottoressa degli animali”
Articolo successivoBraccio di ferro tra sindaco e sale scommesse