Buon pari per l’Arquatese. Acqui ko

Nel campionato di Promozione arriva il primo ko per i bianchi contro il forte Vanchigia. Arquatese ancora imbattuta. RISULTATI & CLASSIFICA

0
891

Terza giornata di campionato in Promozione girone D che ha visto le alessandrine andare tutte a punti tranne l’Acqui che ha dovuto incassare il primo ko di stagione. I bianchi si arrendono di fronte al Vanchiglia, vero rullo compressore di questo avvio di campionato che ora guida il girone D a punteggio pieno. Le reti arrivano tutte nella ripresa con Bo al 55°, il raddoppio firmato Cravetto al 70° ed il terzo centro di Moreo all’81°. Brusco stop per i termali che restano comunque nella zona alta della classifica.

Secondo pareggio per l’Arquatese Valli Borbera di Pastorino che in trasferta contro il Barcanova, trova due volte la forza di pareggiare. Nel primo tempo partita equilibrata spezzata dal gol di Monteleone al 18°. Andrea Motto trova il gol del primo pareggio al 49°, ma appena sette minuti dopo Roeta replica per il nuovo vantaggio rossoblù. Neanche il tempo di abituarsi al nuovo parziale e Torre firma il definitivo pareggio al 64°. Un buon pari per gli arquatesi che restano in una posizione di classifica tranquilla e dimostrano di potersela giocare con tutti.

Tanti gol e spettacolo nelle partite delle altre due compagini. La Valenzana Mado vince in rimonta contro il Grugliasco dopo essere andata sotto al 30° per il gol di Pinto, risponde a fine frazione con Casalone e nel secondo tempo al 55° con Rizzo.

Quasi epica la partita del Savoia che ospitava un Cenisia arrivato molto carico. Tanto da andare sullo 0-2 in mezzora con Agnino e Sousa Cunha. Il Savoia, però rialza subito la testa ed accorcia con El Amroui. Poco dopo la distratta retroguardia avversaria lascia lo spazio a Calabrese per impattare il parziale. Poi, nel secondo tempo arrivano le reti di Porazza ed ancora di El Amroui.  Dallo 0-2 al 4-2 in poco meno di un’ora, ma le emozioni non sono finite perché gli ospiti hanno la forza e la bravura di trovare di nuovo il pari con Naimo e Pamato su calcio di rigore in pieno recupero. Proprio quando tutto sembra chiuso sul 4-4, una palla recuperata ancora dall’inesauribile El Amroui, consente all’attaccante rossoblù di trovarsi a tu per tu con il portiere avversario e batterlo.