Saranno resi noti fra poco, alle 10, i dettagli dell’operazione “BWIN”, conclusa dia carabinieri di Alessandria. E’ emersa una rete di calcioscommesse che ha portato, come spiegano dal comando provinciale dell’Arma, alla denuncia in stato di libertà di un soggetto, “scommettitore seriale”, che dopo aver reperito sui social i cellulari dei calciatori, li minacciava di morte affinché facessero in modo che la loro squadra perdesse le partite sulle quali aveva in precedenza scommesso grosse somme di denaro.

Non solo: dopo aver individuato, sempre tramite i social media, soggetti ritenuti facilmente influenzabili, il denunciato li induceva ad effettuare scommesse on line su incontri di calcio i cui risultati venivano da lui stesso prospettati come “sicuri” in quanto “pilotati”. In tal caso, qualora le scommesse fossero risultate, ancorché casualmente, davvero vincenti, egli ricontattava i soggetti che aveva “indirizzato” tentando di estorcere loro parte della vincita. Le indagini avviate in occasione dell’incontro Juventus U-23 – Monza dello scorso 30 settembre. Alle 10 la conferenza stampa ad Alessandria, nella sede del Comando Provinciale Carabinieri di Alessandria

CONDIVIDI
Articolo precedenteA Serravalle una delle basi del “commercio” dei clandestini.
Articolo successivoChiuse le rampe di svincolo del cavalcavia in strada per Alessandria