Camionista litiga con un collega, la Stradale calma gli animi e poi scopre che è un ladro.

È successo lungo la A21, vicino a Tortona: il rumeno doveva scontare un anno e mezzo per furti continuati. La polstrada di Ovada ha arresto un egiziano con documenti falsi.

0
1084

Due arresti e una denuncia da parte della polizia stradale sulla rete autostradale in occasione del primo esodo di agosto. Oltre 35 pattuglie in azione. Lungo la A26, la Stradale di Ovada ha arrestato Gamal Elshafei, 32 anni, cittadino egiziano residente a Taggia (Im). L’uomo, secondo la ricostruzione della questura, ha cercato di beffare una pattuglia fornendo le generalità e la patente di guida del fratello. Arrestato per false generalità e guida senza patente, è stato giudicato per direttissima e condannato a 5 mesi di reclusione. Sulla A21, invece, presso l’area di servizio Tortona, una pattuglia della sottosezione di Alessandria ovest è intervenuta domenica notte per calmare gli animi di due camionisti rumeni, in pausa per il blocco del traffico pesante, che, complice l’abuso di alcol, erano venuti alle mani.

Ristabilita la quiete, uno dei due, tale Silviu Cojocaru, 49 anni, risultava dover scontare 1 anno e 6 mesi di reclusione comminati dal tribunale di Brescia per furti continuati. L’uomo veniva così arrestato e condotto presso il “Don soria”. Sempre sulla A21, mercoledì, una pattuglia della sottosezione di Alessandria ovest ha denunciato un torinese di 49 anni che, non essendo titolare delle patenti “superiori” per guidare autocarri, si era dotato di una patente falsa con la quale era anche riuscito a farsi assumere da una ditta di trasporti astigiana.