“Carenza di sicurezza sul treno Valenza-Arquata Scrivia”.

Una ragazzina si è ritrovata sola in un vagone con uno squilibrato: “Assente del tutto il personale delle Ferrovie”.

0
282

Esposto alla Polfer e segnalazioni alle Ferrovie da parte di una famiglia di Cassano Spinola per un brutto episodio avvenuto nei giorni scorsi sul treno che da Valenza parte per Arquata Scrivia alle 13,55. Una ragazzina di quindici anni, che frequenta il liceo artistico valenzano, stava facendo ritorno a casa su quel treno quando si è ritrovata da sola in un vagone con uno squilibrato. Non c’era nessun altro passeggero né, soprattutto, personale delle Ferrovie e l’uomo si è seduto di fronte alla giovane, fissandola e picchiando pugni sul sedile.

La ragazzina si è spaventata ma è rimasta al suo posto, seppure in preda al panico, fino alla stazione di Serravalle Scrivia, dove ad attenderla c’erano i familiari. La giovane è scesa in lacrime per la brutta avventura e ha spiegato l’accaduto. “Sul treno non c’era nessuno del personale delle ferrovie, né il controllore né altri – dicono i familiari -. Se quella persona avesse messo le mani addosso a questa ragazza nessuno si sarebbe accorto di nulla”.