A Carrosio è sempre scontro tra maggioranza e opposizione e a contribuire ad accendere gli animi ci si è messo pure il maltempo. A fine ottobre, quando una tempesta di vento mise a dura prova il territorio, un albero della pineta è finito nel giardino della casa del capogruppo di minoranza Piero Odino. Il risultato sono stati danni svariati alla recinzione e altri beni di sua proprietà. L’interessato si era così rivolto al Comune, titolare della pineta, per essere risarcito e l’ente aveva girato la richiesta alla sua assicurazione, come è normale. La compagnia assicurativa si è però rifiutata di pagare, poiché a suo dire l’evento meteo di fine ottobre è stato eccezionale, quindi non coperto dalla polizza. Odino sostiene di essersi quindi nuovamente rivolto al Comune senza aver però ottenuto alcun riscontro positivo, per questo ha citato in giudizio l’ente per ottenere il risarcimento dei danni anche perché, sostiene, l’albero caduto era secco.

Piero Odino
Piero Odino

La lite legale, però, a detta del sindaco, Valerio Cassano,per legge lo rende incompatibile con la carica di consigliere. Il capogruppo di minoranza avrà tempo per scegliere: potrà rinunciare al contenzioso e mantenere la carica, oppure decadere proseguendo la lite legale con il Comune”. Stasera il Consiglio comunale prenderà atto della contestazione dell’incompatibilità. Odino non sarà presente alla seduta ma è pronto a dare battaglia, ritenendo non fondata la posizione dell’amministrazione comunale carrosiana. La legge, all’articolo 63 del testo unico degli enti locali (legge 267/2000) recita: “Non può ricoprire la carica di sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, consigliere metropolitano, provinciale o circoscrizionale colui che ha lite pendente, in quanto parte di un procedimento civile od amministrativo, rispettivamente, con il Comune o la provincia”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUnipolsai: il Comune paghi i danni per il rogo alla Benfante.
Articolo successivoArrestato l’autore del tentato omicidio di Pontecurone.