Mezzo passo falso del Castellazzo che non riesce a replicare al Saluzzo, secondo in classifica in Eccellenza, girone B,  e si fa rosicchiare 2 punti dai granata. I biancoverdi non riescono ad andare oltre lo 0-0 contro la caparbia squadra giallorossa, impegnata nella lotta per non retrocedere. Nel primo tempo il Castellazzo amministra gestendo pazientemente il gioco in attesa del varco giusto. Nella ripresa invece attacca con più vigore, ma si trova davanti una difesa molto ben organizzata da parte dei torinesi che strappano così un punto prezioso alla capolista.

Lo stesso Saluzzo che nella giornata di sabato aveva anticipato contro la Bonbonasca, imponendosi per 0-1 grazie alla rete di Pinelli giunta su rigore all’ 82°. Peccato per i gialloblù che hanno giocato una buona partita contro una squadra dalle ambizioni da grande. La prestazione c’è, ora servono punti per allontanarsi dalla zona calda della classifica.

Ko esterno per la Valenzana Mado che non riesce a ripetere il risultato di sette giorni fa con il Benarzole, contro l’Olmo diretta concorrente per la salvezza. Punti pesanti in palio fra biancorossi e rossoblù che infatti durante il primo tempo si affrontano molto in mezzo al campo, con però un paio di azioni pericolose da entrambe le parti con Teti decisivo in apertura sulla botta dal limite di Biondi. Gli orafi si fanno vedere in attacco con Bennardo che trova i riflessi di Campana.

I gol arrivano nella ripresa con i locali che passano al 47° con la zampata di Magnaldi su bell’assist di Sciatti. I valenzani reagiscono subito e pervengono al pareggio dopo soli sei minuti: distrazione difensiva dell’Olmo e Marelli è lesto a girare in rete. Il momento è topico e infatti i biancorossi lo sfruttano. Passano altri sei minuti, siamo al 61° e Lerda fissa il punteggio sul 2-1 con una rasoiata dai 15 metri. Gli orafi si riversano in avanti, rischiano il 3-1, ma hanno l’occasione del pari all’ultimo con Bennardo che da pochi passi spreca il possibile pareggio. Per i rossoblù una sconfitta che fa male sia perché la gara poteva finire diversamente per quanto visto in campo, ma anche per la possibilità di schiodarsi dal fondo della classifica visti i risultati delle concorrenti.