C’è il Festival della voce

0
439

CASTELSPINA. L’aria per mezzosoprano e macchina per scrivere, è senz’altro una delle melodie più originali arrivate da mezzo mondo per trasformare il canto lirico in opera contemporanea. E’ questa una finalità del Festival della voce, in scena da oggi venerdì 16 a domenica 18 novembre nell’auditorium del convento delle suore Francescane Angeline di Castelspina. Il workshop semestrale a scopo didattico porterà in paese professionisti del canto, della musica e del teatro, ma anche appassionati e neofiti. Porte aperte pure ai giovanissimi per valorizzare i talenti locali con i corsi individuali di bel canto e accompagnamento al pianoforte, che per tre giorni impegneranno gli iscritti in alternanza a sei seminari di approfondimento musicale e sei laboratori teatrali.

Domenica alle 16.30 nell’auditorium il Festival culminerà nel concerto conlcusivo, aperto al pubblico.

“E’ un’opportunità per la popolazione, la prima edizione a maggio ci ha entusiasmato e speriamo che l’evento abbia continuità a Castelspina”, è il benvenuto del sindaco Claudio Mussi all’associazione Innesti di Cultura, fondata nel 2013 dal presidente Victor Andrini insegnante e tenore, Alberto Barolo regista e attore d’improvvisazione, Serena Laborante pittrice, storica dell’arte e scenografa, che hanno riunito professioni e passioni per dare il là a nuovi progetti musicali, ad esempio creare contaminazioni tra musica classica e contemporanea, tra canto lirico e teatro d’improvvisazione.