Collegiata di Novi. Tutto quello che vorremmo sapere.

Visita guidata l’8 dicembre

0
159

Arte, storia e bellezza. Tre caratteristiche per delfinire la Chiesa Collegiata di Novi Ligure.

Per conoscere la storia di questo edificio sacro posto nel cuore della città, l’8 dicembre, dalle 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 15 alle 17, i volontari e le volontarie di “Chiese a Porte Aperte” accompagneranno il pubblico nelle “visite con narrazione”.  La Collegiata è aperta al culto,quindi  in realtà può essere vista in qualunque momento, ma grazie ai racconti sarà possibile guardarla con una consapevolezza maggiore, dopo aver conosciuto storie e curiosità che si celano dietro ogni opera d’arte che essa custodisce. Inoltre, prima di uscire dalla Collegiata, sarà raccontata la storia degli affreschi dell’ultimo quarto del XV secolo visibili nel tratto di Via Roma che costeggia la chiesa.  Sono ciò che rimane, assieme alla statua della Madonna Lagrimosa, agli affreschi di Manfredino Bosilio della Pieve (1474) e a quello raffigurante la Madonna della Misericordia (fine XV secolo – inizio XVI secolo, oggi staccato e custodito nella canonica di S. Nicolò) della stagione artistica del tardo gotico.

La durata delle visite sarào indicativamente di mezz’ora.

Infine, a pochissima distanza si terranno altri due eventi:  la “Mostra delle DeCo” del territorio del Distretto del Novese, visitabile nella tensostruttura collocata nel cortile interno di Palazzo Dellepiane, e la rassegna “Presepi nel Mondo” aperta all’interno della Chiesa dell’ex Collegio S. Giorgio.

Data la capienza della Collegiata, non è necessaria alcuna prenotazione: in ottemperanza alle nuove disposizioni in materia di contenimento Covid-19, per partecipare alle visite è richiesto il “green pass rafforzato”.