Quindici giorni fa, il conduttore di UnoMattina, non potendo collegarsi in video con Carrega Ligure dove il sindaco Marco Guerrini aveva radunato alle sei e mezza di mattina tutto il paese in municipio proprio per segnalate la mancanza di segnale per la telefonia mobile e per internet, aveva detto in diretta che si sarebbe fatto prima a spostare tutto il paese e gli abitanti ad Alessandria. Applausi in studio. E collegamento chiuso con Carrega. Tutti lì in Comune attoniti. Perplessi e sorpresi. Il divario digitale blocca anche la Rai e i suoi potenti mezzi.


Domenica pomeriggio, Carrega Ligure – il pezzo di Piemonte che incontra Liguria, Emilia Romagna, Lombardia e che ha come paese la minor densità di popolazione del Paese – ha risposto nel modo migliore a quella situazione. Nel mezzo del nuovo Parco dell’Appennino piemontese, Carrega ha inaugurato il suo nuovo mulino ad acqua – a Magioncalda, micro borgo che erroneamente Google colloca già in Liguria – che macinerà a pietra gli antichi cereali coltivati sui versanti terrazzati oltre i milleduecento metri, grani riscoperti da un gruppo di giovani che, pur non abitando tutti a Carrega, sta ridando vita al paese.

Il vicesindaco Gianni Chiesa (a sinistra) con i ragazzi che hanno ripristinato il mulino

“Il mulino è emblematico – commenta Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem – Macina i grani, ma è mosso non solo dall’acqua, bensì dalla capacità culturale di quei giovani, con il sindaco Marco Guerrini e tutta la comunità, di vedere il futuro e plasmarlo”. Carrega a chi non ha ancora capito cosa sia l’Italia, risponde così. Con la forza dell’acqua che fa girare pietra e idee. “Con la determinazione di chi non è certo vinto dal fato e dalla finzione televisiva – evidenzia Bussone – Risponde investendo bene risorse europee per un mulino che darà vita a posto di lavoro.

Marco Guerrini

E risponde alle idiozie anche con la richiesta di ripetitori, di banda ultra larga, di innovazione, di rispetto per la montagna viva come sancito dalla Costituzione. Perché quella farina andrà nel mondo grazie all’innovazione e a una Carrega che impara e insegna cosa vuol dire essere comunità“.

(foto di Massimo Solino)

CONDIVIDI
Articolo precedenteMinigolf Novi di bronzo in Coppa Italia
Articolo successivoPrima giornata Light boxe 2019/2020