Continuano a bruciare i boschi di Mongiardino. Aggiornamento alle 23.50

    0
    2229

    Non c’è tregua per i boschi di Mongiardino Ligure che da ieri pomeriggio 19 agosto, sono devastati da incendi che interessando gran parte del tratto che da Vergagni sale fine a Lago Patrono.

    Arriva un’altra squadra di vigili del fuoco

    Nel pomeriggio di oggi dopo vari interventi dei vigili del fuoco, e del corpo volontari dell’Aib Val Borbera, Stazzano, Bosio e Gavi, con il supporto di un elicottero e un Canadaire, dopo varie ore si è risolto un pericoloso incendio che minacciava l’abitato di Cavanna , questa sera un altro focolaio ha nuovamente alimentato le fiamme.

    un volontario dell’AIB tenta di arginare un focolaio

    L’incendio è attivo con un fronte di circa 200 metri e sale per una superficie boschiva di oltre un chilometro.

    un altro volontario AIB in azione

    Nel mezzo dell’incendio c’è un antico rustico in pietra, fortunatamente disabitato. A rischio, in località Laghetto, anche il fabbricato della società Berke gomma, chiusa da qualche tempo.  Sul posto ancora una volta ci sono due squadre dei vigili del fuoco di Novi Ligure e i volontari Aib di Bosio, Tassarolo e Stazzano.

    Presente anche il sindaco di Mongiardino Renato Freggiaro. “Tra ieri e oggi, sono andati in fumo oltre dieci ettari di bosco – ha detto il primo cittadino – sono immensamente dispiaciuto, anche perché con grande probabilità non si tratta di mera fatalità, ma di incendi appiccati intenzionalmente”.

    Le foto del nuovo incendio sono state scattate pochi minuti fa dal fotografo Massimo Sorlino.