I carabinieri di Serravalle Scrivia hanno arrestato un bulgaro di 47 anni, reo di aver realizzato e utilizzato un dispositivo utile per copiare i codici pin degli sportelli bancomat. Il sistema era formato da barra di plastica contenente una micro telecamera che riprendeva il tastierino numerico immortalando così i codici al momento della loro digitazione.

In particolare la telecamera era posta a lato e non sulla parte superiore dello sportello. Questo perché da tempo la maggior parte degli utenti copre il tastierino con l’altra mano, ma lascia libera la “visuale” lateralmente. Contemporeaneamente una sim-card memorizzava i dati di accesso e un altro piccolo dispositivo applicato sulla fessura per la tessera, leggeva le bande magnetiche. Questo in sostanza consetiva all’uomo di associare codici delle carte a determinati pin.

Gli agenti si sono mossi dopo una segnalazione si anomalia su uno sportello. Hanno quindi deciso di appostarsi nelle vicinanze cogliendo il delinquente sul fatto, proprio quando stava recuperando l’apparecchiatura. L’uomo ora è in carcere e sarà giudicato dal Tribunale di Torino cui competono i reati informatici.