Cure oncologiche meno pesanti grazie alla generosità dei novesi

Presentato all'ospedale San Giacomo il nuovo ecografo pic, donato dalla delegazione di Novi Ligure della Lega per la lotta ai tumori

0
1627
La presentazione dell'ecografo pic ieri in ospedale a Novi Ligure
La presentazione dell'ecografo pic ieri in ospedale a Novi Ligure

Grazie alla generosità dei novesi l’ospedale San Giacomo di Novi Ligure ha un nuovo strumento per le cure chemioterapiche. È un ecografo pic, apparecchiatura che consente di inserire al meglio i cateteri venosi utilizzati durante la chemioterapia, donato dalla sezione novese della Lega Italiana per la lotta ai tumori (Lilt). È stato presentato ieri mattina nel Day hospital oncologico da medici e dirigenti dell’Asl Al insieme ai rappresentanti novesi e provinciali della Lilt.

“L’ecografo – ha spiegato il dottor Bruno Castagneto, responsabile di Oncologia del San Giacomo e referente provinciale per l’oncologia geriatrica – serve a identificare i vasi dove inserire il catetere per le cure chemioterapiche. Uno strumento che evita di svolgere tanti prelievi sui pazienti, migliorandone la qualità della vita durante le cure, in particolare per le persone anziane e più fragili”. L’ecografo sfrutta le più recenti tecnologie, utilizzando una sonda elettronica e un magnete, grazie ai quali viene individuata la posizione ideale dove inserire il catetere, consentendo in questo modo anche un risparmio per le casse dell’ospedale. Gianni Castellani, presidente della delegazione di Novi Ligure della Lilt, ha sottolineato come la donazione non sia tanto da parte della Lilt “quanto dai novesi: è grazie alla loro generosità se siamo riusciti ad arrivare a questo risultato”.

“Il nostro ospedale – ha ricordato il sindaco Rocchino Muliere – , con questo strumento darà altri benefici alla popolazione. Il San Giacomo, va evidenziato, è il secondo ospedale in provincia per “produzione” di servizi, nonostante una certa mancanza di personale”. Il San Giacomo, come è stato ricordato ieri, si pone sempre più all’avanguardia nelle cure oncologiche, in particolare per gli anziani, essendo un riferimento a livello regionale per la oncogeriatria, alla quale è dedicato un ambulatorio specifico.