È stato pubblicato sul portale Cicloturismo Piemonte l’itinerario cicloturistico “Dalla Ciclovia del Po alle colline del Gavi docg, lungo strade romane, attraverso la storia”. Un percorso ad anello di circa 120 km che si innesta sulla Ciclovia del Po presso Alluvioni Piovera e, seguendo in gran parte strade antiche di origine romana, attraversa il territorio agricolo alessandrino, le colline di Gavi e di Arquata Scrivia, fino all’antica Libarna romana. L’itinerario, scaricabile gratuitamente attraverso l’app “Cicloturismo Piemonte” (disponibile per iOS e Android) di fatto funziona come un navigatore gestito da BikeSquare, una startup innovativa ad alto valore sociale, nata nel 2016, con sede a Novello, nelle Langhe. Ideatrice del tracciato è l’architetto Paola Marenzana di Pozzolo Formigaro, curatrice dei contenuti storico-paesaggistici dell’itinerario a cui hanno aderito 9 Comuni attraversati dalla ciclovia: Alluvioni Piovera, Sale, Pozzolo Formigaro, Basaluzzo, Fresonara, Francavilla, Tassarolo, Gavi, Arquata Scrivia,

Il Castello di Francavilla Bisio

Comuni che hanno finanziato il lavoro di pubblicazione sul portale, con la collaborazione e il patrocinio della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Alessandria, l’Associazione culturale Libarna Arteventi e il Consorzio di Tutela del Gavi. Cicloturismo Piemonte è il portale, promosso da Bikesquare, che contiene e promuove i migliori percorsi cicloturistici del Piemonte e non solo. È uno strumento aggregatore, che permette ai territori di diffondere in maniera efficace i percorsi che hanno realizzato e, più in generale, la cultura del cicloturismo in Piemonte. Al momento, sono ospitati su https://cicloturismo.piemonte.it altri 11 percorsi di interesse regionale, il circuito CycloMonviso , il circuito Corona di Delizie in Bicicletta, il circuito Due Ruote Due Regge, da Racconigi a Stupinigi in bici. L’itinerario “Dalla ciclovia del Po alle colline del Gavi docg” scorre tra paesaggi fluviali, di pianura e collinari, lungo i quali assaporare i molti prodotti di un territorio ricco e vario che guarda al vicino Monferrato e alla Liguria offrendo un’eccellenza dell’enogastronomia locale:

I vigneti del Gavi

il Gavi DOCG e il suo paesaggio vitivinicolo. Si pedala alla scoperta dei parchi fluviali del Po e dell’Orba, di castelli e abbazie, per assaggiare specialità, andare per sagre, visitare musei o siti archeologici, fare bird-watching e organizzare visite in cascine didattiche, maneggi, cantine e tanto altro. Sul portale potranno essere pubblicate tra le attrazioni, le strutture ricettive del territorio (agriturismi, bed&breakfast, ristoranti, caffè, ecc.) che vorranno essere visibili sul tracciato (per informazioni chiamare il 3475341305). La startup BikeSquare ha anche attivato in Val Borbera e nelle zone di Gavi e Ovada (Casaleggio Boiro, Capanne di Marcarolo, Voltaggio), un’app gemella, dedicata al cicloturismo in ebike, gestita da diversi partner locali. I noleggiatori di ebike propongono tour esperienziali con le bici a pedalata elettrica assistita che consentono di visitare senza fatica le colline del territorio molto frequentate da turisti stranieri, interessati a visitare questa zona di Piemonte ubicata tra il Monferrato e il mare. I percorsi e i punti di interesse sono consultabili sul sito https://ebike.bikesquare.eu e l’app “BikeSquare” è disponibile per iOS e Android sui rispettivi store. Sabato 28 settembre, nel Municipio di Arquata Scrivia, alle 10,30, in programma la presentazione dell’itinerario cicloturistico

CONDIVIDI
Articolo precedenteIn arrivo 300 mila euro per la convivenza tra uomo e lupo.
Articolo successivoAppennino Piemontese, Dino Bianchi: “Ecco i risultati di questi tre anni”