Denunciato per aver bruciato sterpaglie e rifiuti in un terreno

0
849

Dal 1° novembre 2019 al 30 aprile 2020, non si posso bruciare sterpi e simili. Lo annunciano i carabinieri forestali con un comunicato.

“Nella Regione Piemonte –  scrivono i militari – vige il divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali, salvo ulteriori proroghe di divieto mediante ordinanza emessa dal singolo Comune. In ogni caso è sempre vietata la combustione di rifiuti”.

A seguito di controlli mirati atti a scongiurare l’accensione di fuochi, i Carabinieri della Stazione Forestale di Ovada, unitamente ai colleghi di Acqui Terme, hanno accertato una combustione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi ancora in atto su un terreno privato al confine tra i Comuni di Mornese e di Bosio. Le indagini hanno portato all’identificazione del responsabile. Un cittadino italiano è stato denunciato all’autorità giudiziaria.