Echi del 25 aprile

0
650
25 Aprile a Silvano d'Orba

Silvano d’Orba

“Resistenza ora e sempre”, è il motto dei silvanesi. Il 25 aprile più giovane è in programma a Silvano d’Orba. Il sindaco Ivana Maggiolino, Anna Assandri, la più giovane presidente dell’Anpi e l’architetto Michele Dellaria dell’Associazione Memoria della Benedicta hanno concluso il corteo del 25 aprile con la cerimonia e gli interventi davanti al municipio, auspicando la celere ripresa dei lavori di realizzazione del Centro di documentazione della Benedicta.

Predosa, la serata dedicata alla Costituzione

Predosa

Aspettando il 25 aprile ieri, lunedì sera a Predosa nella sala Cesare Viazzi l’amministrazione comunale ha organizzato una serata dedicata alla Costituzione, a cura del professor Massimo Cavino, docente di diritto costituzionale all’Università del Piemonte Orientale.

Castelletto d’Orba

Dopo il 25 aprile dedicato alla proiezione del filmato ” I ribelli del Roverno” del regista Maurizio Orlando, a cura dell’Associazione memoria della Benedicta nella serata organizzata dal Comune e Anpi con i ragazzi della scuola media impegnati nella lettura di alcuni brani, “Canti e musiche della Resistenza” intonati da Bernando Beisso della Banda Brisca, mercoledì i festeggiamenti sono proseguiti a scuola con il video L’Uomo dal fiore in bocca di Luigi Pirandello, nella indimenticabile interpretazione dell’attore Gino Susini,torico allestimento di Luigi Del Fante, consigliere comunale di Castelletto e regista fiorentino. A lui si deve l’idea di celebrare nel 2019 il 150° della nascita dell’arcivescovo Andrea Cassulo di Castelletto, che salvò 70 mila ebrei in Romania. La proposta è stata subito accolta dal sindaco Mario Pesce e dal senatore Federico Fornaro, sabato anche dal consiglio comunale.