Buon riscontro in termini di partecipazione per la Festa dello Sport di Arquata Scrivia, organizzata dal Comune in collaborazione con le Pro Loco di Arquata e Sottovalle. La manifestazione, nonostante la non molta pubblicità fatta nei giorni precedenti, ha riscosso l’interesse di tanti ragazzi che hanno potuto vedere e provare molte discipline sportive.

Dai “grandi classici” come il calcio e il karate, realtà sportive di lungo corso nel paese della torre con la presenza dell’Asd Valli Borbera & Scrivia e dell’Usam Karate, alle attività che si stanno affacciando per la prima volta sul panorama locale o comunque che hanno avuto da sempre meno tradizione come il judo e altre arti marziali più specifiche, ma anche la pallacanestro con il progetto Scuola Basket Dolci Terre, organizzato dal B.C. Serravalle e dalla Pallacanestro Novi 1980 che torna a riproporsi ad Arquata dopo un periodo di lontananza.

Zoccolo duro con un movimento in crescita anche la ginnastica ritmica della Pgs, che si è esibita nella parte finale della giornata attirando l’attenzione e l’ammirazione di molta parte del pubblico, così come per la ginnastica artistica rappresentata dall storica società Forza e Virtù di Novi Ligure.

La palestra Talama invece ha mostrato alcune attività legate alle coordinazione ed alla motricità per i giovani, mentre l’Asd Arquatese Tennis ha allestito un piccolo campo dove fare pratica e provare un altro sport che da tempo ormai è consolidato nel paese.

Presente per la prima volta il Rugby Tots un progetto di avvicinamento alla palla ovale per i più piccoli che non prevede contatto fisico come i colleghi più grandi, ma trasforma l’approccio al rugby in una sorta di piccola grande avventura.

Citazione speciale per l’Airone Triathlon che ha compiuto una mini impresa importando uno sport fra i più complessi e impegnativi ad Arquata e riuscendo ben presto ad “arruolare” un buon numero di ragazzi che si allenano con tanto impegno fra nuoto, bici e podismo.

La giornata è culminata nella cosiddetta “Coppa Cobram“, dedicata “agli ultimi” e liberamente ispirata all’omonima competizione ciclistica del film “Fantozzi contro tutti”, con i partecipanti vestiti in modo originale e un po’ “sfigato”. Non solo infatti un piccolo passo è stato fatto verso il ritorno del noto Palio dei Rioni, con le Miniolimpiadi dei Rioni, che hanno messo di fronte in sfide originali gli abitanti di Arquata.