Faragli porta Beethoven e Liszt nella Pinacoteca di Voltaggio.

Il giovane pianista stasera al pianoforte nel convento dei frati cappuccini durante la Notte bianca di Voltaggio. Il ricavato andrà alla lotta contro tumori.

0
583
Gianluca Faragli

La Notte bianca di Voltaggio, “Voltaggio di note”, in programma stasera, venerdì 17 agosto, avrà il suo momento musicale alle 21,15, nella Pinacoteca, dove farà tappa la rassegna Settimane musicali internazionali, organizzata dall’Associazione Musica&Cultura Pentagramma in collaborazione con l’Associazione Oltregiogo. Nel convento voltaggino si esibirà il giovane pianista Gianluca Faragli, classe 1995, diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore presso il Conservatorio di Genova sotto la guida del maestro Maurizio Barboro. Nel suo recital, Faragli intratterrà il pubblico con musiche di Beethoven, Liszt, Stravinsky e Bartok.

Il chiostro del convento di Voltaggio

“Un programma davvero impegnativo – spiegano dall’associazione Musica&Cultura Pentagramma – che gira tutto intorno all’800 e al ‘900 partendo da una composizione dell’ultimo Liszt per finire con la Sonata Dante sempre dello stesso compositore, quasi come se il filo conduttore della serata fosse rappresentato dalla spiritualità e dalla modernità di questo autore che, figlio del romanticismo, getta le basi per una musica classica meno altisonante, più sommessa tutta improntata a rappresentare l’uomo del ‘900, un uomo fragile, ricco di incertezze, dubbi e contrasti interiori”. Il ricavato delle offerte del concerto andrà alla sezione di Novi Ligure della Lega italiana per la lotta ai tumori (Lilt)