Giornata di grande festa a Castellania per “La Mitica“, ciclostorica che si è svolta sui colli tortonesi su bici d’epoca. All’evento hanno partecipato circa 200 iscritti provenienti da diverse parti d’Italia, ma anche dall’Inghilterra, Olanda, Spagna, Francia e persino Stati Uniti.

Un appuntamento di divertimento, goliardia, ma anche di sport perché erano quattro le distanze eleggibili dai ciclisti fra 53, 70, 88 o 98 km. In quarantasette hanno concluso proprio quest’ultima definita Hors Catégorie il cui Gran Premio della Montagna è stato ubicato a Sant’Agata Fossili. In questa categoria si è fatto segnalare Maurizio Caggiati, classe 1943 che ha gareggiato con una bici dei primi del ‘900 senza cambio.

Sulle strade bianche dei colli anche Luciano Armani ed Emiliano Casalini, parmensi ed ex corridori degli anni Sessanta – Settanta contro i leggendari Merckx e Gimondi.

Per le premiazioni de La Mitica il via è stato dato dalla consegna del premio Hors Catégorie, dedicato a Girardengo e Carrea, ai 47 ciclostorici che sono transitati dal GPM consegnati dal Sindaco di Sant’Agata Fossili, Diego Camatti e dal Vicesindaco, Alberto Bassani. Premiate, rispettivamente la partecipante donna più giovane, Simoes Marie Francoise proveniente da Londra e presente a La Mitica con il gruppo di “Cicli Artigianali Club di Londra,” di cui fa parte anche Robert Johnson, premiato come primo iscritto;

la partecipante donna più “agée” Patrizia Catastini di Livorno; il più giovane Stefano Cassiani di Rho; il partecipante più anziano Angelo Cogliati di Lainate (classe 1938!) e il partecipante proveniente da più lontano Steven Fellini di Washington DC (USA). Premio speciale al gruppo più numeroso, in maglia bianco-celeste SIOF, a cui è andato il “Trofeo Trentasecondi”, in ricordo dell’indimenticato amico Mario Zadra.

Ad Ambrogio Cottino e Paolo Tosi sono andati in premio due coppie di tubolari, offerti da Ciclomania- Voghera, per essere gli inseparabili visti in tutti gli eventi ciclo storici. Massimo Viola di Casei Gerola si è aggiudicato la maglia ufficiale dello scalatore del Giro d’Italia, per essere stato il primo a transitare sul GPM Hors Catégorie. Omaggiata anche la pattuglia dei Bike Patrol, la Polizia Municipale in bicicletta, di Alessandria presente a Castellania con le loro biciclette attrezzate.