Festa della Repubblica con il corteo di auto delle forze dell’ordine

Partendo dal municipio, renderà omaggio all’ospedale, alle sedi di carabinieri, polizia stradale e polizia municipale, per poi concludersi sulla torre del Castello

0
196

Un corteo di auto delle forze dell’ordine per celebrare la Festa della Repubblica.
A causa delle limitazioni dovute all’emergenza sanitaria, martedì non sarà possibile svolgere la tradizionale manifestazione aperta al pubblico, ma sarà comunque organizzato un corteo con la partecipazione dei mezzi della Protezione Civile e delle forze dell’ordine che, partendo dal municipio, renderà omaggio all’ospedale, alle sedi di carabinieri, polizia stradale e polizia municipale, per poi concludersi sulla torre del Castello dove si terrà, come lo scorso anno, la cerimonia dell’alzabandiera. Il sindaco Federico Chiodi parteciperà in rappresentanza di tutti i cittadini di Tortona.

«Mai come quest’anno – dice il primo cittadino – la Festa del 2 giugno è l’occasione di celebrare l’impegno del volontari, della Protezione civile, delle forze dell’ordine, il cui sacrificio e impegno in queste settimane sono stati impagabili. Crediamo che il loro esempio sia l’omaggio migliore ai valori fondanti della nostra Repubblica. E’ per loro che abbiamo ritenuto opportuno, pur con le limitazioni ancora necessarie a contenere il contagio, celebrare in maniera solenne questa ricorrenza».

Alla manifestazione parteciperanno rappresentanze della associazioni di Protezione civile: il Gruppo comunale di Tortona, Servizio emergenza radio, Gruppo Bassa Val Curone, Associazione nazionale carabinieri. Poi rappresentanti del Servizio civile universale, forze dell’ordine (carabinieri, guardia di finanza, polizia), polizia municipale, Croce rossa italiana, Misericordia, vigili del fuoco, Gruppo alpini, Associazione marinai d’Italia, Arma aeronautica e altre associazioni d’arma in congedo. Sarà inoltre allestito un picchetto che presidierà la bandiera alla torre, fino alle 18, quando sarà ammainata.

Il Comune intanto si è preparato a fornire mascherine a tutti i cittadini: da oggi, venerdì 29 giugno, fino alla mezzanotte di martedì, infatti, su ordinanza della Regione, sarà obbligatorio indossarle anche nei luoghi pubblici all’aperto.

«Con i fondi del Mercato della solidarietà, il contributo del Comune e della Fondazione Uccio Camagna – dice il sindaco Federico Chiodi -, sono state acquistate mascherine chirurgiche, fornite dalla Croce Rossa provinciale, che saranno distribuite tramite le farmacie e nelle frazioni tramite Soms e Pro loco. Le prime 50 mila sono arrivate mercoledì mattina e sono a disposizione dei cittadini di tutti i comuni del Tortonese i cui sindaci ne faranno richiesta. Il Mercato della solidarietà infatti ha voluto mettersi a disposizione non solo della città ma di tutta l’area».