Giornata di educazione stradale e prevenzione abuso di alcol alla guida

0
118
giornata educazione stradale

Sabato 26 maggio, a conclusione del progetto realizzato dagli operatori della Polizia locale di Tortona nelle scuole cittadine, si è svolto il percorso di educazione stradale allestito nel parcheggio di piazzale Mossi, con la partecipazione di un centinaio di ragazzi delle classi quinte del Comprensivo A, che hanno conseguito il   “patentino” di pedone consapevole.giornata educazione stradale

A seguire la tradizionale pedalata, arrivata quest’anno alla 10^ edizione, che ha visto coinvolte circa 600 persone, tra genitori e ragazzi, che con l’assistenza della Polizia locale, dell’Associazione nazionale Polizia di Stato, di NonSoloBike e del Gruppo comunale di Protezione civile, hanno formato un lungo “serpentone” lungo le vie della città, dal quartiere Oasi, attraverso il centro storico, per concludersi nel cortile dello Scolastico.

Grande interesse anche per l’altra iniziativa di sensibilizzazione contro l’abuso di alcol e l’uso di stupefacenti, realizzata dalla Polizia locale, in collaborazione con il Gruppo comunale di Protezione Civile, in concomitanza con la manifestazione Street Food che si è svolta nel centro storico.

Obiettivo di questa campagna comunicativa e informativa è stata la sensibilizzazione sugli effetti dannosi e sui rischi derivanti dall’uso di sostanze alcoliche e/o stupefacenti, soprattutto quando ci si pone alla guida di un veicolo.

giornata educazione stradaleGli agenti della Polizia locale sono stati a disposizione dei cittadini con mezzi in dotazione, opuscoli informativi, video, hanno risposto alle domande, fornito informazioni,  illustrato il funzionamento dell’etilometro, strumento quotidianamente utilizzato sulle strade, che permette di misurare il tasso alcolemico nel sangue con una notevole precisione di risultato per garantire una maggiore sicurezza della circolazione.

Per l’occasione l’etilometro è stato messo a disposizione di chi volesse spontaneamente verificare i propri parametri, in particolar modo per i più giovani, così da maturare maggiore consapevolezza degli effetti dell’alcol sulle proprie condizioni psico-fisiche.

In particolare i ragazzi sono stati coinvolti in un gioco, un’esperienza virtuale sotto gli effetti simulati dell’assunzione di alcol, grazie all’uso di particolari occhiali in dotazione alla Polizia locale, che utilizzano una tecnologia ottica che dà all’utente una percezione visiva simile a quella che si avrebbe in stato di ebbrezza-ubriachezza.

Pur non potendo ricreare tutti i sintomi che si avrebbero nella realtà, come sonnolenza e aumento dell’aggressività, anche solo indossando gli occhiali, i ragazzi hanno potuto constatare come i comportamenti vengano modificati: si ha perdita di equilibrio, distorsione della visione, allungamento del tempo di reazione e semplici attività come camminare lungo una linea a terra, restare in equilibrio su una gamba sola o afferrare un mazzo di chiavi, diventano improvvisamente difficili da eseguire.

Grazie all’evento, i volontari del Gruppo comunale di Protezione civile hanno potuto avvicinare la popolazione per sensibilizzarla sui rischi naturali ed antropici presenti sul territorio e sulle misure di autoprotezione e mitigazione del rischio da adottare, mentre gli operatori della Polizia locale hanno potuto avvicinare i giovani nel loro ambiente, favorendo, attraverso i canali di scambio di informazioni ed i luoghi abitualmente frequentati dai ragazzi, una nuova modalità di incontro operativa, che fa seguito al progetto di informazione sui vari aspetti medici, legislativi e sociali derivanti da un uso scorretto della sostanza alcolica, proposto ormai da diversi anni agli studenti di tutti gli istituti scolastici di secondo grado della città.