Gli appuntamenti del fine settimana a Tortona e dintorni

0
471

TORTONA

– Venerdì 14 dicembre, alle 17,30, nella sala conferenze della biblioteca civica, ultimo appuntamento del 2018 della
rassegna «Libri dal vivo» con Monica Zampieri che scrive e dipinge fin da quando era bambina. Crescendo ha abbandonato la sua vena creativa per ritrovarla in questi ultimi tempi. Suo intento, attraverso i racconti, è quello di trattare con “leggerezza” argomenti come la malattia, la morte, l’anima, sgravandoli da quella pesantezza che da sempre li caratterizza.

– Venerdì 14 dicembre, alle 21, nell’auditorium del Centro Mater Dei, «Emozioni in cammino»: l’associazione La Pietra Verde presenta l’attività escursionistica, naturalistica e didattica in programma il prossimo anno con videoproiezione naturalistica e rinfresco. Info: 3339528721 – 3396969819.

– Venerdì 14 dicembre, alle 17,30, nella sala conferenze della biblioteca civica, ultimo appuntamento del 2018 della rassegna «Libri dal vivo» con Monica Zampieri che scrive e dipinge fin da quando era bambina. Crescendo ha abbandonato la sua vena creativa per ritrovarla in questi ultimi tempi. Suo intento, attraverso i racconti, è quello di trattare con “leggerezza” argomenti come la malattia, la morte, l’anima, sgravandoli da quella pesantezza che da sempre li caratterizza.

– Sabato 15 e domenica 16 dicembre, in piazzatta San Michele (via Emilia), gli Ex allievi Don Orione sezione Dante Alighieri di Tortona organizzano la quarta edizione di «Un giocattolo per un sorriso. Adotta una torta, regala un sorriso», torte fatte in casa a offerta per donare giocattoli ai bambini meno fortunati in collaborazione con le parrocchie della città.

– Tortona si prepara alle feste natalizie con momenti di animazione nelle vie e piazze del centro. Sabato 15 nel pomeriggio e domenica 16 dicembre per tutto per il giorno, ci si potrà far trasportare su un’antica carrozza con cavalli e fare il giro del centro storico lungo l’asse della via Emilia da piazza Arzano a piazza Malaspina. Nelle due piazze saranno installati gazebo addobbati che fungeranno da “stazioni di posta”, dentro cui saranno distribuiti gratuitamente dolciumi. In piazza Duomo e piazza Arzano ci saranno anche cioccolata e vin brulè a cura delle associazioni Leo Club e Alpini. Sabato 15, nel pomeriggio, in piazza Duomo, i bambini potranno divertirsi giocando su una slitta gigante di Babbo Natale gonfiabile di grandi dimensioni. Domenica 16 dicembre, sempre in piazza Duomo, sarà allestita una originale Casa delle Favole dove verranno raccontate le «favole di sabbia», rappresentate con la Sand Art o arte della sabbia. E poi c’è AssaggiaTortona e dintorni in versione invernale con i prodotti enogastronomici locali da acquistare e degustare: i formaggi, i salumi e i vini prodotti dai vignaioli del Tortonese, accompagnati dai prodotti ortofrutticoli stagionali.

– Domenica 16 dicembre, alle 16,30, a Palazzo Guidobono, s’inaugura la mostra fotografica «Di bianco e azzurro. Storie di vette di sfide e di uomini» a cura dell’associazione ex Allievi dei licei di Tortona e della Sezione CAI di Tortona, che si potrà visitare per tutto il periodo natalizio e che racconta il legame tra l’uomo e la montagna, tentando di avvicinare il visitatore alle sensazioni che si provano lassù. Il percorso espositivo infatti regala la possibilità di osservare come da una finestra angoli di mondo sperduti. La mostra vuole ricordare un amico del CAI e degli ex Allievi dei licei di Tortona, Paolo Barbieri, l’alpinista tortonese scomparso a 34 anni sulla parete Nord-Ovest del Gran Paradiso a giugno 2013.

– Domenica 16 dicembre, alle 21, al Teatro Civico, il Rotary Club Tortona ha programmato lo spettacolo «Un Canto di Natale» di Charles Dickens, con l’attore Luca Mauceri. Il ricavato dello spettacolo sarà interamente utilizzato per sostenere il service contro il bullismo, destinato alle scuole, che vede coinvolti il Rotary Club di Tortona e altri 4 Club del Sud-est Piemonte aderenti al service. Il costo del biglietto è di 15 euro ed i biglietti possono essere acquistati nella biglietteria del Teatro (0131 820195).

– Palazzo Guidobono ospita i ritratti neo-pop del pittore casalese Marco Briolini. La mostra sarà visitabile per tutto il periodo natalizio fino al 6 gennaio, giovedì e venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10,30 alle 12 e dalle 16 alle 19. Marco Briolini con le sue opere concede un inedito sguardo creativo sui volti e icone contemporanee ricomposte dove l’immagine è dissolta in frammenti caleidoscopici e geometrici per essere riformulata in nuove e dinamiche forme monocrome. Uno stile personale che lo ha anche avvicinato all’arte dei “murales” producendo diverse opere presso attività commerciali e abitazioni private. Il materiale utilizzato è costituito da tempere unitamente a smalti e acrilici, pigmenti, attraverso una neopop-figurazione fatta di immagini tratte dal vasto repertorio massmediatico.

– E’ allestita al Museo diocesano la mostra «I Boxilio una famiglia di pittori tortonesi tra ‘400 e ‘500», che si potrà visitare fino al 10 marzo. Il recente restauro di una antica tavola custodita nella parrocchia di Carbonara Scrivia, riferibile alla scuola pittorica dei Boxilio, ha offerto lo spunto per progettare una piccola esposizione dedicata alla famiglia di pittori originari di Castelnuovo Scrivia, attivi tra la fine del ’400 e gli inizi del ’500. In questa fiorente bottega tortonese operarono due fratelli, Manfredino e Beltramo, e nella stessa si formarono i loro rispettivi figli, Franceschino e Giovanni Quirico, entrambi documentati sino al 1522. Per valorizzare il restauro del polittico di Carbonara e l’attività di questi pittori, nel Museo Diocesano di Tortona saranno esposte altre due opere significative, oggi di proprietà di enti pubblici: il trittico di Pozzolo Formigaro, firmato da Franceschino nel 1507, eseguito per la chiesa della Trinità di Pozzolo, di proprietà della Provincia e normalmente custodito nel salone di ricevimento di Palazzo Ghilini; e il grande polittico della Visitazione firmato nel 1503 da Giovanni Quirico, oggi conservato nella quadreria dell’Ospedale di Vigevano, non facilmente visibile. La scuola pittorica dei Boxilio sarà illustrata anche mediante rimandi ai cicli di affreschi realizzati nelle chiese del territorio (pieve di Novi, S. Maria Assunta a Pontecurone, abbazia di Rivalta, pieve di Volpedo), che documentano l’attività di questa fiorente bottega, protagonista della svolta rinascimentale nel Tortonese. Apertura al pubblico sabato e domenica, 15,30-18,30. In altri giorni ed orari aperture su prenotazione. Info: 0131.816609 – 0131.1922731, [email protected]

CARBONARA SCRIVIA

Domenica 16 dicembre, l’Associazione Peppino Sarina ricorda il suo vice presidente Mario Foderaro con uno spettacolo a lui dedicato della rassegna di teatro di figura «Assoli», che si terrà alle 16,30, nella sala del Dongione di Carbonara Scrivia, il paese dove Mario Foderaro abitava, in collaborazione con la locale Pro loco. Sarà la Compagnia Gino Balestrino di Genova a intrattenere i piccoli spettatori con «Sarà buono da mangiare?», un’allegra carrellata musicale con pupazzi e figure, alla scoperta di vizi e virtù dei cibi che fanno parte della nostra dieta quotidiana. Uno spettacolo che fornirà in maniera divertente qualche buona norma alimentare. E’ la storia di un bambino che fa spesso capricci quando è ora di sedersi a tavola. Un giorno non vuol mangiare proprio niente e finisce per andare a letto con la pancia vuota. E mentre la pancia borbotta, il bambino comincia a sognare cibi sani e invitanti che decantano le proprie virtù nutritive. Il biglietto di ingresso costa 4 euro.

VILLALVERNIA

Sabato 15 dicembre, alle 21,15, nel salone comunale di via Roma, a Villalvernia, spettacolo di teatro comico dialettale «In muntagna con alladar e al pusten» de I Suroti con la partecipazione de I Cantur di Montemarzino.

CASASCO

Sabato 15 dicembre, alle 21, all’Osservatorio astronomico di Casasco, conferenza sulla cometa 46P/Wirtanen e al termine osservazione del cielo con la strumentazione dell’osservatorio. In caso di maltempo le osservazioni saranno sostituite dalla proiezione di immagini astronomiche riprese dall’osservatorio.