Gli appuntamenti del fine settimana nel Tortonese

I burattini della rassegna "Assoli" al Teatro Civico, mostre, feste di Carnevale

0
1389

TORTONA. Venerdì 17 febbraio, alle 15,15, nella sala della Fondazione CRT, in via Puricelli 11, per il ciclo “La filosofia nella letteratura contemporanea” a cura del Gruppo di ricerca filosofica Chora, in collaborazione con l’Unitrè di Tortona, “Oltre il castello, il vuoto. Conversazione su Kafka”, relatore Matteo Canevari. Lunedì 20 febbraio, invece, si parlerà di “Diritto ed Economia, il passaggio generazionale dei beni” con l’avvocato Lorenzo Bianchi: le vie del diritto per trasferire i propri beni da vivo, a cura dell’Unitrè.

TORTONA. Per il ciclo “Il riso e il sorriso nelle pagine dei grandi autori”, sabato 18 febbraio, alle 17, in biblioteca, Vittorio Pessini tratterà il tema “Ridere al tempo della peste: beffe e motti di spirito nel Decameron di Boccaccio; Monica Graziano invece parlerà de “Il vir facetus e l’arte del narrare comico nella cultura umanista”.

TORTONA. Sabato 18 febbraio, alle 16, nella sala convegni della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, l’associazione La Pietra Verde presenta il percorso della Via Francigena con la guida Enea Fiorentini, autore di pubblicazioni e accompagnatore della troupe televisiva in occasione del servizio Rai sul cammino. La Via Francigena è l’antica via medioevale che univa Canterbury a Roma e ai porti della Puglia, quando il pellegrinaggio nella città eterna, in visita alla tomba dell’apostolo Pietro, era una delle tre “peregrinationes maiores” insieme alla Terra Santa e a Santiago di Compostela. Riscoperta da studiosi e appassionati di percorsi sacri, dal 1994 è stata dichiarata “Itinerario culturale del Consiglio d’Europa”, assumendo, come il Cammino di Santiago, una dignità sovranazionale. Altro evento mercoledì 22 febbraio alle 20,30 al Megaplex Stardust, con la proiezione del film-documentario “I volti della Via Francigena – Il film sui luoghi e le persone che popolano il cammino”.

TORTONA. Sabato 18 febbraio, al Ristò del centro commerciale Oasi, il Comune organizza una serata benefica musicale con i Papel Matz per i cani del canile di Tortona curati dall’associazione Animal’s Angels. Alle 20 avrà inizio la cena e alle 21 la musica. Il costo è di 20 euro (bambini 1 euro).

MONLEALE. Sabato 18 febbraio, alle 20, alla Saoms di Monleale, cena d’asino di Carnevale con menù di antipasti, bis di primi, un secondo e chiacchiere (23 euro) e la musica dei pifferai Paveto e Tambornini. Bisogna prenotare entro il 17 febbraio. Info: 335492022, 340517862, 3332363517.

CARBONARA SCRIVIA. Domenica 19 febbraio, alle 15,30, alla Società di mutuo soccorso, grande festa di Carnevale per i bambini con animazione, rottura della pentolaccia, giochi e dolci.

SALE. Domenica 19 febbraio, dalle 14,30, Carnevale salese: la sfilata dei carri partirà dall’ingresso delle scuole elementari; alle 16 merenda e alle 17 falò di Carnevale. In caso di maltempo la sfilata verrà rinviata a domenica 26 febbraio.

TORTONA. Domenica 19 febbraio, alle 16,30, al Teatro Civico, per la 23^ edizione della rassegna di teatro di figura «Assoli», promossa dall’Associazione Peppino Sarina, andrà in scena lo spettacolo «Fagiolino cavaliere contadino», della Compagnia Romano Danielli di Bologna, in collaborazione con Lions Club Tortona Castello: burattini di legno in baracca della tradizione bolognese. Decano dei burattinai emiliani, Danielli testimonia in modo esemplare la grande potenzialità del “Teatro delle teste di legno”. Alle 14,30, a Palazzo Guidobono, laboratorio su cartoncino del maestro Natale Panaro. Ingresso spettacolo 4 euro (3458906531); costo laboratorio 7 euro (prenotazione obbligatoria, 3426152605).

TORTONA. Fino al 12 marzo, a Palazzo Guidobono, è allestita la mostra “Quando il Grosso era una moneta”, che documenta l’evoluzione della moneta, del risparmio e del credito nel territorio dall’antichità ai tempi attuali. E’ il quarto appuntamento della serie “Documenti di storia tortonese” che punta a riscoprire e a valorizzare la storia ultra secolare della città. Sarà possibile visitarla nei seguenti orari: giovedì e venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero.

TORTONA. Nelle sale della biblioteca civica è allestita la mostra dedicata all’architetto milanese Guido Frette (Viareggio 1901- Milano 1984), autore, fra le altre cose, di una casa in collina a Vho, della Casa Littoria e di alcuni progetti, non realizzati, per lo Chalet Castello. Frette è stato fra i fondatori nel 1926 del “Gruppo 7”, creato, appunto, da 7 giovani architetti: un collettivo di professionisti che si proponeva di rinnovare il pensiero architettonico corrente, dando un taglio netto con l’Ottocento, dettando nuovi principi per un’architettura che si rifaceva al movimento moderno in Europa, ispirandosi a Le Corbusier, Gropius e Mies Van Der Rohe. La mostra che vedrà la partecipazione dei curatori e dell’architetto Franca Petocchi, autrice della tesi “Testimonianza di un moderno: Guido Frette architetto del Gruppo 7”, che ha avuto modo di conoscere ed intervistare Frette, sarà visitabile sino al 25 febbraio con il seguente orario: da martedì a venerdì 9,30-12,30 e 15-18. Sabato 15-18.