Gli appuntamenti del fine settimana sul territorio

0
482
La vetta affollata del Monte Antola

ANTOLA

Natura, tradizione, ristoro, sulla montagna madre delle valli Scrivia, Trebbia e Borbera, sabato 29 e domenica 30 giugno, in occasione della Festa di San Pietro in Antola, sempre nel solco della tradizione di inizio ‘900, il ritrovo è la cima del Monte. All’epoca dai paesi, dalle vallate e dalle città vi si saliva per assistere alla leggendaria alba, festeggiare, partecipare alla Messa e pranzare in compagnia immersi nella natura sfavillante dell’inizio estate. Quest’anno ricorre il 120° anno dalla consacrazione della cappella del Cristo Redentore, avvenuta nel 1899 e da allora simbolo del monte al pari della grande croce e del monumento ai partigiani. La chiesetta venne poi ricostruita, dopo i crolli degli anni ’50 nel 2000, grazie all’opera di don Pietro Cazzulo, parroco della Val Trebbia e venne benedetta dal Vescovo Martino Canessa.  Durante la messa delle 10.30 sarà impartito il Battesimo alla piccola Rosa, figlia di Silvia Cevasco e Federico Ciprietti, gestori del Rifugio Parco Antola: una “festa nella festa” per il primo battesimo avvenuto in Antola. Il programma prevede: alle 16 di sabato pastasciutta accompagnata dalla musica occitana dei Folk En Rouge; alle 22 fiaccolata dalla cappella alla vetta con preghiera finale alla croce illuminata. Alle 3 del mattino di domenica, partenza dell’escursione guidata “CamminAntola” da Casa del Romano ( su prenotazione), alle 5.30, ritrovo in vetta per ammirare l’alba e colazione; alle  9 e 10.30 – Messa, celebrata da don Pietro Cazzulo; alle 12 pranzo a cura dei volontari con musica, balli occitani e la ghironda dei Folk En Rouge
Informazioni utili: il Rifugio ParcoAntola sarà aperto solo per il pernottamento, su prenotazione e domenica non effettuerà il servizio ristorante; non è consentito l’accesso di veicoli a motore; la partecipazione e la percorrenza dei sentieri è a proprio rischio, la manifestazione avrà luogo anche in caso di maltempo con annullamento in caso di allerta arancione. Info e prenotazioni: www.parcoantola.it; pagine fb parco e rifugio; tel.339.487.487.2 e 010.94.41.75

VIGNOLE BORBERA

San Lorenzo – Vignole

Il Festival di musica sacra “Conflixere mirando” , sotto la direzione artistica di Monsignor Pierangelo Pietracatella si conclude  sabato 29 giugno alle ore 18, nella chiesa di S. Lorenzo Martire e non, come precedentemente comunicato, a Gavi con l’evento  “Speculum immortalitatis”. Gli Archi dell’Orchestra Classica di Alessandria, accompagnati al clavicembalo da Pietracatella, saranno affiancati da un ospite d’eccezione, il violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai Roberto Ranfaldi. Il programma prevede: il Concerto in sol maggiore RV 151 per archi e basso continuo “Alla rustica” i, il Concerto in la maggiore RV 158 per archi e basso continuo, di Antonio Vivaldi; il Concerto in la minore BWV 1041 per violino, archi e basso continuo e il Concerto in mi maggiore BWV 1042 per violino, archi e basso continuo di J.S. Bach. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con la rassegna “Orchestra in provincia”.

BORGHETTO BORBERA

Per sabato 29 giugno, il Gruppo Alpini propone come consuetudine la serata dedicata alla “Paella”. L’evento si svolgerà nella sede degli Alpini, in via San Michele, dalle 19.30. Per info e prenotazioni 0143 69201 – 346 0395441

CASSANO SPINOLA

Venerdì 28 e sabato 29 giugno a si terrà la Sagra di San Pietro. Dalle  19.30 si potra cenare con piatti a base di pesce, presso lo stand cucina situato nell’area sagre in piazza Indipendezza. Proseguono le sere di musica nell’ambito di “Cassano Nigths”   . Venerdì 28 giugno, sarà la volta “Dj & Voice by Disconnect”, mentre sabato la colonna sonora della serata è affidata a Deejays in tour”.

GRONDONA

La lunga estate dell’Associazione Oltregiogo inizia domenica 30 Giugno a Grondona, il borgo sarà la prima tappa di un percorso alla scoperta del territorio che si concluderà l’8 Settembre all’Abbazia di San Remigio. Tema conduttore delle varie iniziative è la famiglia Carlone, artisti originari di Rovio, che si sono trasferiti a Genova e nell’Oltregiogo nel Cinquecento. Si inizia alle 15.30 con la visita alla  Chiesa Romanica, successivamente in Municipio ci sarà la presentazione del volume di Laura Parodi: “Trallalero! il canto di Genova: storie e testi” – Edizioni: Pentagora, 2018 – (Contiene CD musicale), a seguire si esibiranno i gruppi di Trallalero nel centro storico. Un’occasione per scoprire il territorio, le sue tradizioni canore e ascoltare le sonorità della musica popolare.