I Carabineri aprono le porte agli studenti arquatesi e vignolesi

Mattinata speciale per i piccoli studenti che hanno visto il lavoro dell'unità cinofila di Torino e partecipato alla cerimonia dell'Alzabandiera

0
1266

I Carabinieri di Arquata Scrivia hanno ricevuto nei giorni scorsi, la visita dei bambini dell’Istituto Comprensivo di Arquata e Vignole Borbera. I giovani arquatesi e valborberini sono stati accolti dai militari che hanno parlato loro in particolare di educazione ambientale e dell’importanza di avere un comportamento responsabile nei confronti della natura che ci circonda.

Non solo, infatti ha destato molto interesse nei piccoli studenti, la cerimonia dell’Alzabanidera con annesso giuramento di fedeltà degli agenti tramite il quale essi si impegnano a servire e difendere lo Stato e le Istituzioni a costo della loro stessa vita.

Per l’occasione erano presenti anche i Carabinieri cinofili di Torino insieme a “Quark”, pastore tedesco che viene utilizzato nella ricerca delle sostanze stupefacenti. Ai bambini è stato spiegato come avviene l’addestramento dell’animale e come avviene la parte operativa, ovvero come fa il cane a trovare gli stupefacenti. Oltre alla lotta alla droga poi, i cani sono utili per il recupero di persone scomparse, ad esempio a causa di frane o valanghe di neve. Speciale l’intesa fra i “conduttori” e i cani che vengono loro affidati sin dai primi mesi di vita e con i quali stabiliscono un rapporto intenso che durerà tutta la vita.