I protagonisti del Lantero bis

0
285

“Non ci saranno peones, tutti i consiglieri daranno un contributo concreto alla nuova amministrazione”, chi parla è Elio Ardizzone neo eletto con 108 preferenze, si occuperà di rifiuti accanto all’assessore esterno Marco Lanza. E questa è l’altra novità, dopo 15 anni si verifica la nomina di un assessore al di fuori degli eletti. Il sindaco Paolo Lantero ha nominato la giunta del secondo mandato, il primo consiglio comunale si è riunito il 10 giugno. Il giovane Lanza è stato consigliere nella maggioranza uscente dal 2016 e non si è ricandidato. Dal 2018 è direttore dell’Enoteca regionale di Ovada, incarico al quale rinuncerà per diventare assessore alle Attività economiche, Turismo, Ambiente, Servizi di igiene ambientale, Promozione e sviluppo del Territorio, Attività volte all’acquisizione di finanziamenti da enti e soggetti terzi per attività e progetti comunali. Lanza ottiene il maggior numero di deleghe e per le attività attinenti il Commercio potrà avvalersi del sostegno di Carolina Malaspina, che ha fatto un passo indietro da presidente dell’associazione Vivi Ovada, formata dai negozianti, per candidarsi a sostegno di Lantero nella lista Insieme per Ovada.
Sabrina Caneva, con un record di 381 preferenze sarà vicesindaco e assessore al Bilancio, Programmazione Finanziaria economico patrimoniale, Istruzione, Formazione professionale. Insegnante ed esponente di LeU come il deputato castellettese Federico Fornaro, 156 voti,consigliere delegato ai rapporti con gli enti nazionali. Caneva ha già esperienza nel ruolo di vicesindaco e assessore. Circa l’Istruzione sarà affiancata da un’altra insegnante Luisa Russo, 208 voti. Lantero per sé ha tenuto la delega alla Sanità, da condividere con il medico Mauro Rasore, ex consigliere di Essere Ovada emigrato in maggioranza con 216 voti.
Sergio Capello, l’assessore uscente ai Lavori Pubblici, servizio Idrico, Viabilità è confermato con 228 preferenze, si rapporterà con il consigliere neo eletto Giuseppe Ferrari 237 preferenze per una città più attenta alle barrire architettoniche. Altre due conferme per le assessore. Roberta Pareto 141 voti sarà assessore alla Partecipazione, Pari Opportunità, Cultura , Manifestazioni e per la Cultura sarà affiancata dalla candidata Sara Olivieri. Maria Grazia Dipalma 117 preferenze oltre all’Ubanistica si farà carico di Assistenza, Politiche abitative, Integrazione sociale, Politiche giovanili e in questo settore lavorerà con Alberto Trivelli 119 voti. Sarà capogruppo di maggioranza Mario Lottero, segretario del Pd ovadese.

“La nomina degli assessori e l’assegnazione delle deleghe non si basa certamente su valutazioni matematiche, ma su esigenze di continuità e rinnovamento, la sintonia fra le persone, tutti ottimi elementi, è stato il punto di inizio – ha sottolineato Lantero – anche i non eletti saranno coinvolti. C’è tanta volontà e molto lavoro, è stato un errore della politica ridurre il numero di consiglieri comunali”.