Il Blues al “Marenco bar” col duo Ponti – Semeraro

0
432
Ponti Semeraro in Blues concerto al Marenco bar di Novi

Il Marenco bar di Novi, in corso Marenco,  punta sul blues d’autore e si rilancia anticipando una stagione musicale a tema per il periodo estivo. Stasera, venerdì, dalle 20,30, venerdì, con la prima “Cena in blues” in programma, il locale ospita due eccellenze del blues acustico italiano: Ale Ponti, chitarra e voce e Beppe “Harmonica Slim” Semeraro, voce e armonica.

Harmonica Slim, altrimenti conosciuto come Beppe Semeraro è considerato tra i migliori armonicisti blues italiani. E’ attivo, a pieno regime, con le sue armoniche dal 1979. Anni di grande pionierismo nel genere Blues, nel quale si distingue suonando con tutti i migliori alfieri del periodo, palestra che gli permette di accedere ripetutamente a Festival di rilievo in Italia e oltre.

Collabora con Max De Bernardi – e con lui ha all’attivo un numero incalcolabile di concerti in Italia ed in Svizzera e due cd, nel 2001 e nel 2004. Nel 1992 si reca negli U.S.A. per un viaggio a Chicago, Austin e New Orleans, per migliorare il suo stile. Lì ha occasione di esibirsi con stimati artisti locali – Van Vilks, Tabby Thomas e altri, facendosi apprezzare. Durante i suoi 36 anni sul palco ha aperto concerti e suonato con un gran numero grandi musicisti del genere Blues : Sonny Terry, John Primer, Junior Wells, Pinetop Perkins, Gary Primich, Lurrie Bell, Willie King, RJ Mischo, , Billy Branch, Mark Hummel, Bob Brozman, Woody Mann, Henry Gray, Les Getrex, Bob Margolin, Sandra Hall, Big Daddy Wilson, solo per nominarne alcuni. Dotato di uno stile melodico ed incisivo sa aggiungere un tocco personale di intimismo al suono che lo contraddistingue, catturando facilmente l’attenzione del pubblico.

Alessandro Ponti, Chitarrista e cantante di Blues e Ragtime. Affonda le sue radici nel blues e nella musica nera americana dei primi decenni del ‘900 con l’ascolto di maestri come Robert Johnson, Charlie Patton, Blind Blake e altri oscuri artisti che negli anni ‘20 e ‘30, hanno lasciato una manciata di tracce e di perle musicali nei solchi di qualche introvabile 78 giri. Nel settembre del 2014 con la sua chitarra in mano e uno zaino sulle spalle ha preso un aereo per New Orleans, ci ha passato un mese e mezzo a suonare in strada e nei club della città. Da questa esperienza è nato il suo cd “Going back To Nola” che è un omaggio alla musica di quelle terre e alla città di New Orleans.

Il concerto potrà essere accompagnato da una cena basata su prodotti tipici locali e non solo.