Il Montebore va ad Amboise per il cinquecentenario leonardiano

    0
    641

    Ci sarà anche il formaggio Montebore prodotto dal caseificio Vallenostra, ad Amboise, splendida cittadina situata nella Valle della Loira, per celebrare il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci. L’occasione sarà il vernissage dell’artista italiano Corrado Veneziano, mostra inserita nel progetto internazionale Leonardo Atlantico, che si realizzerà in molti paesi europei e non solo, trenta opere dipinte ad olio di  grandi dimensioni ispirate al Codice Atlantico. In ognuna di esse si ritrovano suggestive volte celesti che racchiudono gli schizzi di Leonardo e le sue invenzioni.

    Il 25 maggio la mostra sarà appunto ad Amboise, promossa dal governo francese e dalla municipalità della cittadina del dipartimento dell’Indre e Loira. In questo stupendo scenario, saranno  presenti anche le terre del Giarolo, rappresentate dal celebre formaggio Montebore, salito agli onori della “cronaca rosa” nel 1489, quando fu inserito nel menù del banchetto delle nozze che si officiarono a Tortona, tra Isabella d’Aragona e Gian Galeazzo Sforza, nipote di Ludovico il Moro. A scegliere il formaggio fu un cerimoniere di eccellenza, un genio indiscusso e raffinato gourmet: Leonardo da Vinci, che lo propose anche per la sua forma a torta nuziale a più piani e, se la moda di oggi esalta i grandi chef a 500 anni dalla sua morte Leonardo si adatta bene perfino a anticipare la ristorazione contemporanea, lui, genio del Rinascimento, una delle menti più illustri del genere umano fu   pittore, architetto, scienziato,  scrittore e … gastronomo.

    Ecco il motivo dell’invito del Montebore  ad Amboise dove,  ospite del sovrano francese Francesco I, Leonardo da Vinci trascorse i suoi ultimi anni, e che lui stesso scelse come il luogo per la sua sepoltura, nella Chiesa di Saint Florentin.

    La mostra resterà ad Amboise  fino al 15 giugno. Successivamente, le opere saranno esposte dal 5 al 25 luglio alla Art Square Gallery di San Pietroburgo, dal 25 agosto al 10 settembre alla Galleria Nazionale di Lanzhou, in Cina, e nella seconda metà di settembre sarà inserita nel cartellone del Festival delle Scienze di Genova.