Tra giugno e luglio il nuovo sistema di raccolta differenziata Porta a Porta partirà in altri sei Comuni del Tortonese e del Novese e sono già fissati gli incontri con i cittadini per spiegare come avverrà e le tappe che porteranno al suo avvio. Intanto è iniziata una campagna di comunicazione e informazione specifica. Gli incontri sul territorio inizieranno a fine mese.

“Il 2019 sarà un anno di nuove sfide e di grandi cambiamenti – spiegano a Gestione Ambiente -. Dopo aver avviato, a fine 2018, il nuovo sistema di raccolta differenziata Porta a Porta in 14 Comuni del sub ambito Novese e Tortonese, ci prepara a incontrare i cittadini di Carbonara Scrivia, Carezzano, Cassano Spinola, Pontecurone, Sardigliano, Villaromagnano, per spiegare loro il nuovo sistema di raccolta e le tappe che condurranno al suo avvio, previsto per giugno/luglio. Dall’autunno toccherà a Capriata d’Orba, Carrosio, Castellar Guidobono, Castelnuovo, Fraconalto, Gavi, Novi Ligure, Parodi Ligure, Serravalle Scrivia, Spineto Scrivia, Tortona, Viguzzolo, Voltaggio“.

Il nuovo sistema di raccolta Porta a Porta prevede l’eliminazione dei contenitori su strada, con il vantaggio immediato di avere vie e piazze più belle, libere e pulite, e la fornitura di contenitori più piccoli alle singole utenze: un contenitore da 120 lt con coperchio grigio per secco non riciclabile (indifferenziato); un contenitore da 120 lt con coperchio giallo per carta e cartone; un contenitore da 120 lt con coperchio bianco per imballaggi in plastica e lattine; un contenitore marrone da 10 lt da tenere come sotto lavello (insieme ai sacchetti biodegradabili) e un contenitore da 23 lt per l’esposizione su suolo pubblico, dedicati all’umido.

Il kit dei nuovi contenitori, comprensivo del materiale informativo (manuale di spiegazione del Porta a Porta, depliant “Dove lo butto?”, calendario dei passaggi di raccolta), sarà consegnato gratuitamente a domicilio dagli operatori di Gestione Ambiente.

“Il perché sia necessario passare a questo nuovo sistema è racchiuso nelle disposizioni della legge regionale che pone obiettivi chiari, da raggiungere entro il 2020 – spiegano Ennio Negri e Paolo Selmi, presidente e amministratore delegato di Gestione Ambiente -. Entro il 2020 dovremo arrivare al 65% di differenziata, con almeno il 55% di materiali riciclati, e a una quantità di rifiuti indifferenziati non superiore ai 159 chilogrammi pro capite all’anno. Attualmente, sul nostro territorio, siamo al 50% di differenziata, in media, e a 240 kg di indifferenziato per persona”.

“Nei Comuni già avviati (Alluvioni Piovera, Alzano Scrivia, Basaluzzo, Castellazzo Bormida, Francavilla Bisio, Fresonara, Guazzora, Isola Sant’Antonio, Molino dei Torti, Pasturana, Pozzolo Formigaro, Predosa, Sale e Tassarolo), i miglioramenti ci sono stati – aggiungono -. Mettendo a confronto i dati dell’ultimo trimestre del 2017 con quelli dell’ultimo trimestre del 2018 mediamente la percentuale di raccolta differenziata è aumentata oltre il 10%, con punte del 20% in alcuni Comuni. Stesso discorso per i kg ad abitante annui: nel 2017 il valore medio del secco non riciclabile prodotto da ogni abitante era di 168 kg annui; nel 2018 si è scesi a circa 102 kg. Ciò significa che i cittadini stanno rispondendo bene al nuovo sistema e, dopo le prime perplessità e preoccupazioni, si stanno dimostrando virtuosi”.

Intanto, a Carbonara Scrivia, Carezzano, Cassano Spinola, Pontecurone, Sardigliano e Villaromagnano, è iniziata una campagna di informazione e comunicazione, a cui a breve seguiranno gli incontri pubblici con la cittadinanza.

“La scelta del nuovo sistema di raccolta domiciliare è stata fatta – dice Selmi -. Ora il nostro impegno sarà quello di riuscire ad applicare tale sistema in modo corretto, tenendo conto delle specificità del territorio e dell’impatto sui cittadini”.

Quanto ai costi, Negri spiega: “I costi che graveranno sui cittadini deriveranno dal riequilibrio tra i costi di raccolta e quelli di smaltimento, e potranno essere sostanzialmente compatibili con quelli attuali, sempre che ci sia la massima collaborazione fra tutte le parti. Le amministrazioni, i cittadini, la nostra società dovranno tutti operare concordemente per ottenere la maggior efficienza possibile del sistema”.

 

TABELLA INCONTRI PUBBLICI

PONTECURONE
Lunedì 29 aprile, ore 20,30,
 alla S.O.A.M.S. – Via Roma, 75

CARBONARA
Giovedì 2 maggio, ore 18,30,
presso Il Dongione – Piazza Goggi

VILLAROMAGNANO
Venerdì 10 maggio, ore 21,
 alla SMS – Corso Italia, 8

CASSANO SPINOLA
Lunedì 13 maggio, ore 21, nella sala convegni del palazzo comunale a Cassano Spinola
Martedì 14 maggio, ore 21, nella sala consiglio del palazzo municipale a Gavazzana

CAREZZANO
Venerdì 17 maggio, ore 20,30,
 alla società comunale – via Vittorio Veneto

SARDIGLIANO
Venerdì 24 maggio, ore 18,
 alla Soms – via Cassano, 15

CONDIVIDI
Articolo precedenteChi maltratta gli animali, potrebbe maltrattare anche te. La scienza lo dimostra.
Articolo successivoAl Teatro Civico la presentazione delle liste del centro destra