Rita Semino non ha smentito di aver firmato le dimissioni da sindaco di Gavi. Nel Consiglio comunale di oggi, lunedì 30 dicembre, il primo cittadino ha presieduto l’assemblea ma è rimasta in silenzio di fronte alla domanda rivolta l’opposizione alla fine della seduta. “E’ vero che il sindaco sarebbe stato indotto a dimettersi dal vice?” ha chiesto Mario Compareti, capogruppo di minoranza che fino ad allora aveva duramente attaccato la maggioranza sul discorso alluvione. L’unica a dire qualcosa, come sempre avviene da parte dell’amministrazione comunale, è stata Nicoletta Albano: “Sono solo illazioni che lei avrà sentito al bar”.

Mario Compareti

Il vicesindaco ha quindi chiuso subito la seduta, senza fare gli auguri di buon anno che aveva annunciato prima che Compareti facesse la fatidica domanda. “Altro che illazioni – ha replicato Compareti -, sono notizie apparse sui giornali. Sono certo che il sindaco mi risponderà in separata sede”. Secondo quanto emerso ieri, le dimissioni verrebbero ufficializzate solo a fine gennaio. A quel punto, Gavi andrebbe al voto in primavera e Albano conta di tornare in sella come sindaco per il suo settimo mandato di fila, compresi i due in cui ha fatto governare altri al suo posto: dal 2001 al 2006 Francesco Repetto e dal 2016 la Semino. Sempre che i gaviesi non decidano diversamente. La decisione presa nei confronti del primo cittadino, anziana e vedova da poco, ha lasciato allibiti molti cittadini.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl sindaco Rita Semino “indotta” a dimettersi dalla Albano?.
Articolo successivoAddio a Giancarlo Caldone, amato sindaco di Volpedo