Il teatro che celebra il cinema. Così si potrebbe definire “L’invenzione senza futuro. Viaggio nel cinema in 60 minuti”. Scritto da un gruppo di autori – attori (Federico Giani, Celeste Giugliandolo, Francesca Montanino e Mauro Parrinello), lo spettacolo ci racconta gli albori della grande invenzione da parte dei fratelli Lumière, protagonisti di questa messinscena.

Da un lato il padre definisce il cinema proprio come un’invenzione senza futuro, dall’altro i due fratelli sono testardi e determinati ad arrivare fino in fondo alle loro intuizioni, anche se non nello stesso modo.

Lo spettacolo è lieve e toccante, ma anche poetico nel suo racconto non solo della nascita del grande schermo, ma anche del rapporto fra due fratelli, Louis e Auguste che stanno per rivoluzionare la visione del mondo affrontando un viaggio che si traforma e si snoda per mezzo di scene di film, incontri, suoni e visioni dal sapore delle pellicole che ci hanno appassionato in più di un secolo di cinema.

Prodotto da Tedacà/Compagnia DeiDemoni e Offrome in collaborazione con Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse, lo spettacolo vedrà esibirsi Federico Giani, Celeste Gugliandolo, Mauro Parrinello con musiche di Giorgio Mirto.