Rapinò l’ovadese Garitta: l’arquatese Giuseppe Motto in carcere

0
1661

E’ stato incarcerato Giuseppe Motto, il 42enne di Arquata Scrivia, già noto alle forze dell’ordine, per i reati di rapina e lesioni personali in concorso, perpetrati nel 2018 in Novi Ligure.

I carabinieri di Arquata, lo hanno prelevato dalla sua abitazione dove era agli arresti domiciliari dalla fine di febbraio 2018 in seguito ad una rapina commessa nei confronti di Massimo Garritta, noto alle cronache per essere stato vittima dell’omicidio nel periodo di Capodanno.

Motto era stato fermato dai carabinieri di Novi Ligure e di Acqui Terme  insieme a un altro italiano, grazie alle indicazioni di Garitta e sottoposto a misura cautelare in carcere, in seguito gli erano stati concessi i domiciliari in attesa della definizione del processo che, riconoscendone la colpevolezza, gli ha comminato una condanna in carcere da finire di scontare.