Incidenti in calo, soddisfatto il sindaco Carbone

La Polizia Municipale ha reso noti i dati su traffico ed infrazioni stradali

0
531

Una certa soddisfazione emerge dal rapporto annuale della Polizia Municipale di Serravalle Scrivia che ha emanato, in occasione delle celebrazioni di San Sebastiano Martire, patrono dell’organo. “L’analisi dei dati illustrati – scrive il sindaco Alberto Carbone – porta a rilevare che il complessivo lavoro svolto nel corso del tempo per aumentare la sicurezza reale continua ad ottenere i risultati prefissati”.

Da anni non si registrano più gravi incidenti stradali a Serravalle – prosegue il primo cittadino – anche se con rammarico si deve rilevare invece che sono in aumento”. Secondo i dati forniti dal Municipio, il 5,61% dei veicoli controllati nell’ambito del progetto “Noisicuri” e dell’operazione “Target Zero”, viaggia al di sopra della velocità consentita.

Di contro ai dati positivi suddetti, prosegue invece una certa abitudine dei serravallesi a parcheggiare in zone idonee come i posti per disabili, e in generale i divieti di sosta che paiono essere piuttosto presenti nell’abitato cittadino. La polizia riferisce che verrà fatto ricorso sempre più alle ganasce.

Boom di oggetti persi e rinvenuti invece nei pressi dell’Outlet e del Retail Park con un aumento del 39% , così com’è in aumento il volume di traffico (+18%), causa ovviamente la zona commerciale che ha visto il flusso di auto passare dai 45 mila veicoli del 2016 ai 77 mila dello scorso anno con punte, nei giorni di saldi di addirittura 25 mila veicoli.

Come previsto e preannunciato c’è stato un incremento dei transiti per quanto riguarda i lavori del Terzo Valico, che intanto continua a rendere difficile la vita agli automobilisti con i continui lavori.

Infine Carbone dichiara nella nota: “Posso preannunciare che per l’anno 2018, nell’ambito delle politiche di sicurezza stradale promosse da questa Amministrazione, saranno sviluppati incisivamente i progetti sul contrasto all’uso della telefonia alla guida di veicoli in ambito di polizia stradale e quelli sul controllo delle dichiarazioni di ospitalità per ciò che attiene alle politiche di sicurezza, senza trascurare gli ormai ordinari e tradizionali obiettivi della polizia locale”