La cultura che abbatte i muri grazie al progetto “Ascolta che ti leggo”

Giornata conclusiva del progetto ideato dalla Scuola Martiri della Benedicta che ha unito genitori e bambini di tutte le provenienze nel segno delle storie e della lettura

0
1248

Si conclude oggi pomeriggio alle 15:30 presso la biblioteca civica “Roberto Allegri”, l’iniziativa “Ascolta che ti leggo”, la quale a sua volta rientra nel progetto Nati per Leggere.

Durante l’evento saranno premiati i bambini con un attestato di “Buon ascoltatore di fiabe“. Il progetto che è nato con lo scopo di avvicinare i più giovani alla lettura tramite il coinvolgimento dei genitori. Alla base c’è l’idea di far ritornare gli adulti a leggere per i propri figli, contribuendo così a sviluppare la loro fantasia ed incentivarli alla lettura.

Inoltre questa proposta ha contribuito a sviluppare il dialogo tra i bambini e tra essi stessi e i genitori condividendo le esperienze e ragionamenti. In più questo progetto consente una maggiore partecipazione da parte delle famiglie, alla vita scolastica e si propone di abbattere le barriere linguistiche e culturali inserendo storie provenienti da altri Paesi. I bambini hanno ascoltato i testi, li hanno analizzati, individuandone la trama, i protagonisti, le ambientazioni e i temi.

Gli incontri sono stati condotti da un’insegnante insieme a un genitore italiano e uno straniero che si sono avvicendati nella lettura a coppie di storie bilingue. “La nostra scuola deve essere un luogo in cui, nelle diversità e nelle differenze, si condivide l’unico obiettivo che è la crescita della persona” è il motto delle insegnanti della scuola dell’infanzia di Serravalle Scrivia.