La Festa della Repubblica e la prima uscita ufficiale del sindaco Chiodi

0
264
Festa della Repubblica

Domenica 2 giugno, Festa della Repubblica, i Marinai dell’Anmi tortonese hanno celebrato anche la Festa della Marina e per il nuovo sindaco Federico Chiodi è stata la prima cerimonia ufficiale.

Il corteo, accompagnato dalla Banda di Cassine, ha sfilato in via Emilia sostando in piazza Duomo, dove è stato cantato per intero l’inno nazionale.

La cerimonia è proseguita in piazza Roma, davanti al monumento ai Marinai caduti in mare, dove, dopo l’alzabandiera, è stata deposta una corona d’alloro.

Dopo la messa al campo, il corteo ha raggiunto piazza Gavino Lugano, dove un’altra corona d’alloro è stata deposta ai piedi della statua “Tortona dolente”, monumento che ricorda i caduti nelle battaglie del Risorgimento, recentemente restaurato dalla Soms con il Lions Club Tortona Duomo, Banco BPM e la direzione lavori dell’ingegner Mauro Sala di Tortona.

Il presidente Soms Giorgio Cremaschi ha ricostruito la storia della scultura illustrando il significato della commemorazione e il sindaco Chiodi ha espresso il ringraziamento dell’amministrazione comunale.

E’ dal 1° giugno 1890 che il monumento troneggia al centro della piazza, un tempo intitolata a Vittorio Emanuele II e aperta nel 1862 come sede del mercato della frutta e verdura.

Ora, dopo un accurato intervento di restauro, ha recuperato i colori originari del marmo di Carrara e appare come si presentava il giorno dell’inaugurazione avvenuta quasi 130 anni fa.

Nel pomeriggio a chiudere le celebrazioni è stata l’Associazione Alpini di Tortona che alle 17 ha issato il tricolore sulla torre del Castello.

Alle 18, in Prefettura, ad Alessandria, alla presenza di molti sindaci della provincia, fra i quali anche il neo sindaco di Tortona Federico Chiodi, sono state consegnate le onorificenze dell’ordine “Al merito della Repubblica Italiana” che il Presidente della Repubblica ha conferito a cittadini della provincia di Alessandria.

Fra i dieci nuovi cavalieri della Repubblica che hanno ricevuto il diploma nella tradizionale cerimonia in Prefettura anche il comandante della Compagnia carabinieri di Tortona, maggiore Carlo Giordano, l‘imprenditore vitivinicolo Marco Cavo, la docente in pensione Lucia Moreschi, già dirigente scolastico della Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri di Tortona. E’ stata inoltre consegnata la Medaglia d’onore ai familiari degli internati militari nei lager nazisti, fra cui Lorenzo Guacciolo di Pontecurone.