Casale F.C.

Giornata nera per il Casale che era ad un passo dal festeggiare un anno di imbattibilità al “Palli”, ma è stato “folgorato” due volte da Simeri, che con una rete per tempo, batte Carlucci, consentendo ai biancazzurri di imporsi per 1-2 a Casale Monferrato.

La partita rappresenta bene il giorno in cui inizia il Sei Nazioni di rugby, perché la pioggia rende il campo pesante e le due squadre si sfidano in un  match molto “maschio”. Il Casale inizia male, perché al 14° resta senza Zaia che abbandona il campo per infortunio, sostituito da Martinetti che poco dopo grazia Bavena, portiere ospite, centrando in pieno la traversa da due passi. Proprio quando pare che le squadre possano andare al riposo sullo 0-0, Serleti crossa in mezzo dove Simeri anticipa tutti e gira a rete per lo 0-1.

La pioggia continua battente anche nella ripresa, e il Casale tenta di riaprire i giochi. Entra Kerroumi per dare fantasia e vivacità ai nerostellati, ma è l’espulsione di Serleti, che si becca il secondo giallo, che ridà slancio ai casalesi. Sulla punizione seguente al fallo , prima Bavena si supera, poi si deve inchinare al tiro di Cardini che non può sbagliare e impatta l’1-1.

In dieci contro undici, però la Folgore Caratese tira fuori gli artigli e come prediceva Niels Liedholm, dimostra che in dieci a volte si gioca meglio che in undici. Così è degli ospiti il forcing finale, dopo un buon momento del Casale. Ancora Simeri si inventa un gran tiro che si infila nell’angolo all’incrocio dei pali. Non cambia più nulla, anzi il Casale si scopre e rischia persino la terza rete.

Tanto rammarico per il Casale che poteva vincere la partita, ora la zona playoff è lontana sette lunghezze, con l’Inveruno che vincendo ha allungato sui nerostellati.

Dagli altri campi.

Come detto l’Inveruno allunga sui nerostellati che sono ottavi, in una situazione di classifica che al momento permette di restare sereni. Classifica che comunque è spezzata a metà con il Casale a fare da spartiacque a quota 31, cinque in meno dell’Inveruno che a Caronno ha rifilato un secco 2-4 alla Caronnese con quello che si può definire il colpaccio di giornata.

In testa ora guidano, con un punto in più dei rossoblù, Cuneo e Varese. Per entrambe le compagini biancorosse, vittorie esterne di misura rispettivamente con Pro Settimo e Oltrepovoghera.

Crolla anche il Chieri che a Bra va sotto 2-0, riapre i giochi nel finale, ma a cinque minuti dalla fine subisce il definitivo 3-1.

In chiave playoff sono importanti le vittorie del Borgosesia, che con una rete per tempo (Testori & Bruzzone) liquida il Pinerolo, e della Pro Sesto che col Verbania va in vantaggio dopo 18 minuti con Scapuzzi, ma al 84° si fa raggiungere da Bianconi. Ci pensa Di Renzo all’89° agganciare il treno dei tre punti e, per ora, dei playoff. Infine il Gozzano evita la sconfitta con il Varesina pareggiando al 93° con Parisi dopo che nel primo tempo era passato in vantaggio, ma si era fatto recuperare e superare dai padroni di casa.

Si gioca martedì invece lo scontro salvezza fra le ultime due della classe: Legnano e Bustese.