La magia del “doppio” violoncello – pianoforte

0
1520

Con un fitto dialogo tra violoncello e pianoforte, prosegue la rassegna concertistica “MusicaNovi”, questa sera alle 21 all’auditorium Alfredo Casella, invia Verdi (ex caserma Giorgi) a Novi.

Sul palco saranno impegnati il violoncellista Gabriele Zanardi e il pianista Ferdinando Baroffio, con la “Suite italienne”.

In programma sono previste la “Sonata n.1 Opera 38” di Brahms, “Klen suite Opera 23” di Busoni e la “Suite italienne” di Igor Stravinskij.

Gabriele Zanardi fa parte dal 2003 dell’ensemble “I violoncellisti” della Scala, dopo aver compiuto un lungo e prolifico curriculum formativo, iniziato all’età di soli 6 anni sotto la guida del padre. Zanardi è considerato uno dei migliori violoncellisti italiani che oggi, oltre che nella formazione a lui più consona, è solista nei contesti dell’Orchestra e della Filarmonica della Scala.

Anche Ferdinando Baroffio ha cominciato a studiare da giovanissimo, diventando in breve un quotato solista di pianoforte. Memorabili sono state le esecuzioni a quattro mani con Bruno Canino e le collaborazioni con musicisti quali Francesco De Angelis, Fatlinda Thaci e Francesco Quaranta. È inoltre docente di pianoforte alla scuola “Frank” e al liceo musicale di Varese.

Il duo Zanardi – Baroffio, rodato da molte esecuzioni dal vivo, suscita emozioni grazie alla grande tecnica solistica espressa e alle sensibilità interpretative. Qualità che si esprimono specialmente grazie al repertorio scelto per stasera, molto impegnativo.

L’ingresso al concerto ha un costo di 10 euro, ridotto a 5 per gli under 14 e gli over 70.