Non molla la presa sul primo posto le ragazze terribili della Novese Calcio Femminile che si prendono anche il derby contro l’Alessandria e restano in testa al campionato di Serie B con un punto di vantaggio sull’Empoli (vittorioso 4-0 sul Molassana Boero).

Pubblico folto e molto caldo sugli spalti delle “Ex Casermette” su entrambi i fronti. La partit inizia subito con una conclusione delle grigionere su punizione, ma Zella trova i piedi della barriera. Le novesi creano tanta quantità, ma non riescono a finalizzare il maggior possesso palla, mentre le alessandrine cercano di pungere in contropiede o su calci piazzati. Al 7° Zella pesca Zecchino che non inquadra la porta con un colpo di testa in area di rigore.

Al 15° la prima vera occasione biancoceleste con Levis che gira in porta da buona posizione, ma Asteggiano c’è e sventa la minaccia. Cinque minuti dopo la numero 6 svetta di testa, ma difetta di mira e l’azione sfuma. Un minuto dopo è ancora Levis la protagonista: la novese attacca sul filo del fuorigioco, sfrutta un’incertezza alessandrina e insacca il vantaggio biancoceleste. Sull’episodio sono chiare le proteste delle grigionere, infatti l’assistente aveva segnalato il fuorigioco, che non c’è secondo l’arbitro. Perciò gol valido e Novese avanti.

La risposta dell’Alessandria è timida e si limita a un tiro di Soragni che non impensierisce Olivetti. Invece è la Novese che sfrutta il momento di confusione alessandrina, e raddoppia. Calcio d’angolo, sul quale interviene puntuale Levis che sfrutta tutti i suoi centimetri e batte Asteggiano per la seconda volta in meno di dieci minuti. L’Alessandria subisce e sfiora di crollare definitivamente.

Montecucco al 32° sfiora il tris con una bella azione personale, poi è Arroyo che si ritrova a tu per tu con Asteggiano, ma l’estremo difensore grigionera è provvidenziale in uscita bassa.

Nel finale le locali provano a rialzare la testa, ma senza troppa convinzione. L’inizio ripresa è da brividi con Arroyo che ancora una volta riesce ad arrivare in area avversaria, ma Asteggiano (prestazione da 9) salva ancora rubandole palla in uscita. Poi arriva un buon momento per le padrone di casa che sfiorano il gol con Soragni, la cui conclusione in area, finisce alle stelle. Poco dopo tocca a Bianco sparacchiare fuori. Ma l’Alessandria c’è e attacca e al 57° accorcia su calcio di rigore per fallo su Amandola. Dal dischetto Zella non sbaglia e sigla  l’1-2.

L’Alessandria vive qui il suo momento migliore, ma pecca di precisione nelle sue folate offensive e la girandola dei cambi spezza il ritmo che va a favore delle ragazze di Fossati. Al 79° la neo entrata Ravera colpisce il palo sfiorando il gol dell’1-3. Le alessandrine si gettano in vanti nei minuti finali, ma mancano di potenza o precisione. L’ultima occasione arriva con il colpo di testa di Lardo da buona posizione che finisce a lato.

Per la Novese quindi una vittoria fondamentale, mentre l’Alessandria paga la poca precisione in fase offensiva e recrimina per il primo gol delle biancocelesti. Nel prossimo turno le ragazze di mister Cantone andranno in Sardegna per affrontare l’Atletico Oristano, mentre la Novese attende una Lucchese in gran forma.